Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

L'operazione dei carabinieri di Acciaroli

Smaltimento illecito di rifiuti, un arresto nel Cilento


Smaltimento illecito di rifiuti, un arresto nel Cilento
13/02/2009, 16:02


Dall’interland salernitano alla costiera cilentana per sversare rifiuti pericolosi, arrestato un pregiudicato di Pagani a San Mauro Cilento. I carabinieri della locale stazione, agli ordini del maresciallo Costabile Maffia, nel corso di un servizio finalizzato alla salvaguardia dell’ambiente e della salute pubblica, hanno arrestato il  37enne S. C., coniugato, residente a Pagani. L’uomo è ritenuto responsabile di attivitá di raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti speciali pericolosi. Era sprovvisto dell’autorizzazione regionale. Quando è stato fermato dai carabinieri, era a bordo di un furgone Porter Piaggio, di colore bianco, stracolmo di rifiuti pericolosi speciali e ingombranti, che fuoriuscivano dal cassone, per un peso totale di oltre dieci quintali. I carabinieri, coordinati dal capitano Daniele Campa, hanno verificato innanzitutto la natura del materiale rinvenuto e successivamente hanno tratto in arresto il pregiudicato che non esibiva alcun autorizzazione regionale, né i previsti formulari per il trasporto di tali sostanze e materiali ferrosi ingombranti, per i quali tra l’altro, sono previsti particolari procedure di raccolta e smaltimento. La verifica del carico ha consentito di rinvenire reti metalliche, carcasse di ciclomotore, lavatrici, scaldabagni, barre in ferro arrugginite, pezzi meccanici, tubi in rame e marmitte per ciclomotori. Insomma una vera e propria bomba ecologica che, quasi certamente, stava per essere abbandonata in qualche angolo del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano.  L’arrestato, in attesa del processo per direttissima, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della compagnia di Vallo della Lucania. Nei giorni scorsi la stessa sorte era toccato ad un giovane rumeno domiciliato a Battipaglia ma scoperto a Marina di Camerota.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©