Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Soldà sulle nuove misure anti inquinamento in Lombardia


Soldà sulle nuove misure anti inquinamento in Lombardia
14/10/2009, 17:10


"Qualsiasi provvedimento che intenda salvaguardare l'ambiente è sempre lodevole, anche se a mio avviso bisognerebbe puntare più in alto". È questo il commento di Roberto Soldà, vice presidente del movimento Italia dei Diritti, riguardo al «Piano Aria», il programma lombardo con le nuove misure anti inquinamento per l'inverno 2009-2010, presentato ieri dal governatore Roberto Formigoni insieme all'assessore all'Ambiente Massimo Ponzoni, che prevede incentivi a ciclo continuo sia per i privati cittadini, che per ambulanti, commercianti e taxisti. La giunta ha stanziato ieri 20 milioni di euro, metà per rifinanziare la sostituzione dei mezzi di trasporto vecchi, l'altra parte per un nuovo bando per la sostituzione dei veicoli commerciali leggeri. Il provvedimento prevede anche l'estensione dei beneficiari a tutta la Regione Lombardia e non solo l'area A1, con un potenziamento dei contributi (dal 50 al 75%) per quanto riguarda i filtri antiparticolato. Da quest'anno il blocco della circolazione, che sarà in vigore da domani fino al 15 aprile dalle 7.30 alle 19.30, riguarderà anche gli Euro 2 diesel. "Certamente il nuovo piano merita un plauso, ma come abbiamo visto ad oggi sono solo 12 i comuni della Lombardia, su 120 interessati, che hanno aderito alle iniziative della Regione - ha continuato l'esponente del movimento presieduto da Antonello De Pierro -. È necessario mettere a punto dei sistemi alternativi che mirino al minor impatto ambientale. Sarebbe opportuno - ha concluso Soldà - investire su nuove infrastrutture che permettano il trasporto pubblico su ferro".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©