Cyber, scienza e gossip / Ambiente

Commenta Stampa

Sostenibilità e rifiuti: il WWF Caserta incontra gli studenti del Liceo "Manzoni" di Caserta


Sostenibilità e rifiuti: il WWF Caserta incontra gli studenti del Liceo 'Manzoni' di Caserta
14/01/2013, 12:29

Il WWF, Fondo Mondiale per la Natura, da molti anni, coerentemente alla sua missione associativa, sensibilizza l'opinione pubblica sul problema della sostenibilità urbana e dei cambiamenti climatici di orgine antropica, facendo pressione sul decisori politici e istituzionali, affinchè vengano intraprese, insieme ai cittadini,  iniziative finalizzate alla riduzione dei gas serra. 
Ridurre i gas serra attraverso il risparmio energetico,  incrementando la mobilità sostenibile e collettiva e l'uso di energie alternative e rinnovabili,   climatizzare ed illuminare gli edifici pubblici e privati senza sprechi, incentivando anche fiscalmente comportamenti virtuosi, gestire in maniera virtuosa i rifiuti, è possibile e necessario
L'incontro, presentato dal Dirigente prof.ssa Adele Vairo, ha visto l'intervento di apertura del Presidente del WWF Caserta, Raffaele Lauria, che ha brevemente introdotto il tema ed ha sottolineato l'impegno del WWF nelle Scuole della Provincia, impegno rivolto alla sensibilizzazione su tematiche ambientali nella certezza che il futuro della Terra è nelle mani dei ragazzi: essi rappresentano infatti il futuro e pertanto sono l'obiettivo principale della comunicazione e dei progetti educativi dell'Associazione del Panda. 
I ragazzi hanno  ascoltato, con grande attenzione, la relazione  di Renato Perillo, direttore scientifico del WWF Caserta,  che ha illustrato agli studenti, con esempi concreti legati al territorio casertano, come senza rinunciare al benessere della società moderna, ma semplicemente modificando abitudini di vita sbagliate intese alla riduzione degli sprechi si possano innescare meccanismi virtuosi che l'ambiente e l'Europa  ci chiedono. 
Carmen Medaglia, attivista del Wwf Caserta, ha riportato un'accurata relazione sull'importanza della ZTL e della mobilità collettiva  per ridurre gli effetti dei gas nocivi da traffico sulla salute e come un volontariato fatto di partecipazione possano aiutare le amministrazioni a risolvere annosi probleemi legati  alla gestione del verde pubblico.
Gli studenti che hanno partecipato, coscienti del proprio ruolo attivo e delle proprie responsabilità hanno offerto la loro disponibilità a collaborare nella diffusione della sensibilizzazione delle problematiche ambientali attraverso la loro web radio altri incontri che saranno a breve concordati. 
Studenti e docenti, con grande entusiasmo,  hanno anticipato, anche per  quest'anno,  l'adesione a Earth Hour 2013 (quest'anno ricorre il XX marzo) e già cominciano a circolare le prime idee, come sempre originali e creative frutto di un eccellente lavoro di sinergia tra docenti, studenti e dirigenza didattica.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©