Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

Novità e collisioni galattiche già dall'alba del nuovo anno

Spazio: 2010 inizia alla grande


Spazio: 2010 inizia alla grande
06/01/2010, 17:01

E’ un 2010 pieno di novità spaziali e tutte provenienti dalla NASA. La prima notizia è la conferma che il rover Spirit, giunto su Marte insieme a Opportunity, ha ripreso a funzionare grazie ai pannelli solari che gli hanno garantito una nuova stagione all’insegna di nuove scoperte sul pianeta rosso. Il sesto anniversario consentirà al robot alto 1 metro e mezzo, largo 2,3 e lungo 1,6, di poter analizzare altre rocce e minerali fino a giugno.

L’ultimo telescopio lanciato in orbita dall’Agenzia Spaziale americana, Keplero, ha già regalato agli astronomi risultati eccellenti. Il compito del nuovo osservatorio galleggiante nel buio dell’universo è quello di scoprire nuovi corpi celesti simili alla Terra esterni al nostro sistema solare e l’obiettivo è stato raggiunto con la rilevazione di nuovi corpi battezzati Kepler 4b, 5b, 6b, 7b e 8b che hanno una massa gassosa compresa tra le dimensioni dei nostri pianeti Nettuno e Giove.

Ma l’evento più spettacolare è stato registrato dall’osservatorio solare SOHO (Solar Heliospheric Observatory) che ha assistito ad uno scontro stellare tra una cometa e la nostra stella madre: il Sole. La scoperta è stata fatta da un astrofilo australiano, Alan Watson, che ha esaminato immagini online pubblicate dall’osservatorio avendo anche la conferma dell’astrofisico italiano Gianluca Masi.


Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©