Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Nessuna prova di differenziazione cellulare

Stamina, esperti bocciano metodo: “Dosi adatte ai topi non all’uomo”


Stamina, esperti bocciano metodo: “Dosi adatte ai topi non all’uomo”
09/01/2014, 21:39

Gli esperti del comitato nominato dal ministero della Salute per valutare le staminali, boccia il metodo di Vannoni. Una bocciatura, questa, che arriva subito dopo a quella del Tar. Secondo gli esperti, infatti, il metodo ideato da Vannoni non prova nessuna differenziazione cellulare, ovvero di trasformazione delle staminali iniettate in neuroni. Inoltre, non sono stati rispettati i criteri di sicurezza per la produzione e conservazione delle cellule, e non è stato messo in campo nessun metodo per lo screening di patogeni, ovvero nessuna prevenzione di possibili infezioni
Secondo gli scienziati, inoltre, il metodo di Davide Vannoni non spiega in nessuna sua come si riesca ad ottenere dalle cellule staminali mesenchimali i neuroni necessari a ottenere miglioramenti nelle patologie degenerative che Stamina Foindation sostiene di ottenere.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©