Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Scontri tra famiglie dei malati e polizia

Staminali, via libera alla sperimentazione


Staminali, via libera alla sperimentazione
15/05/2013, 20:32

La sperimentazione della terapia con le cellule staminali prende il via dopo lo stanziamento di circa 3 milioni di euro, vincolati nel Fondo sanitario nazionale. È quanto prevede infatti la commissione Affari sociali che ha istituito anche un osservatorio per il monitoraggio con esperti e associazioni dei pazienti. La sperimentazione potrà iniziare, in via ufficiale, il prossimo 1 luglio e sarà portata avanti per  18 mesi.
Per garantire "la ripetibilità delle terapie", le modalità di preparazione dovranno essere "rese disponibili ad Aifa e Iss", recita il testo, approvato all'unanimità. Nel pomeriggio, prima che l'emendamento al decreto fosse approvato, ci sono stati diversi scontri tra le forze dell’ordine e le famiglie dei malati. In particolare, alcuni manifestanti hanno tentato, invano, di raggiungere la Camere, gridando ai politici: ''Fuori, fuori''.
Ma a echeggiare nella piazza è stato soprattutto lo slogan ''Lorenzin assassina'', urlato dai comitati dei pazienti. I manifestanti chiedono di incontrare il ministro della Salute Beatrice Lorenzin.
Dopo questa decisione della commissione Affari generali si sente sollevato il padre della piccola Sofia, il cui caso ha sollevato grande attenzione sulla questione. “Sofia – ha dichiarato il padre - sta meglio. Ha fatto la seconda infusione di staminali il 14 marzo ed è previsto che continui la terapia. Temiamo però che ci sia solo un ciclo garantito di cinque infusioni in un anno, con cadenza bimestrale''.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©