Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Trucchi per far sottoscrivere abbonamenti a 5 euro/settimana

Suonerie-truffa: l'Antitrust indaga il servizio Flycell


Suonerie-truffa: l'Antitrust indaga il servizio Flycell
06/01/2012, 10:01

ROMA - Dopo tante segnalazioni, l'Antitrust ha deciso di avviare una indagine sulla posizione del servizio Flycell, dell'italiana Acotel, azienda leader del settore delle suonerie per cellulari.
Il problema è che sono in molti a denunciare comportamenti profondamente scorretti. Come per esempio SMS che arrivano sul cellulare e che quando vengono aperti costano tre euro. Oppure degli inviti, sempre con SMS, a cliccare su un link posto all'interno, senza dire che questa azione comporta la sottoscrizione di abbonamenti per scaricare suonerie, con prezzi che partono da 5 euro la settimana. Una cifra che prosciuga le carte ricaricabili dei cellulari, finchè i genitori (dato che di solito sono i ragazzini che cascano nel trucco) non si insospettiscono per la velocità con cui le ricariche finiscono.
Ma la Acotel risponde che questo non è possibile, dato che per accedere agli abbonamenti bisogna navigare su Internet, non basta rispondere ad un SMS. C'è poi anche il problema della disattivazione del servizio. La Acotel mette a disposizione un numero di cellulare (a pagamento) a cui mandare il messaggio "Stop" per bloccare il servizio. Ma innanzitutto i numeri sono tre, diversi a seconda del servizio (48008, 48244 o 49696); e poi ci sono molte segnalazioni sul fatto che mandare il messaggio a questi numeri non blocca il prelievo di denaro.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©