Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Suzuki, ad un passo dalla vittoria in Sicilia


Suzuki, ad un passo dalla vittoria in Sicilia
11/04/2013, 10:54

7 aprile 2013 – Lorenzo Codecà e Bruno Fedullo, equipaggio ufficiale Suzuki, secondi al Baja Terra del Sole centrano l’obiettivo rafforzando la leadership nel Campionato Italiano Cross Country Rally. Sui veloci sterrati siciliani la coppia di piloti a bordo del Grand Vitara 3.6 V6 sfiorano l’affermazione nel secondo appuntamento Tricolore, arrivando secondi al traguardo di Corleone con soli sette secondi di ritardo dai vincitori.

A Giovanni e Michele Manfrinato, Codecà e Fedullo hanno concesso poco spazio d’azione, iniziando la competizione davanti a loro, aggiudicandosi il maggior numero di Settori Selettivisei su nove - chiudendola però alle loro spalle ma separati di pochissimi secondi. La chiave di volta della gara è stato il rallentamento in conseguenza ad un duro atterraggio da un dosso, nei primi chilometri della prova cronometrata. "E’ stato un duello esaltante e molto motivante - la dichiarazione del campione milanese - la Grand Vitara ha funzionato perfettamente anche se dobbiamo lavorare ancora su alcuni particolari. Abbiamo cercato e trovato l'attacco, ma il problema del semiasse si è presentato anche sull'ultima prova, privandoci dell'affondo. Complimenti a Manfrinato".

Rivelazione della precedente gara all’Italian Baja, Andrea Dalmazzini è diventato certezza alla sua seconda gara affrontata alla Baja Terra del Sole. Con la Suzuki Vitara 1.9 DDiS, il giovanissimo emiliano è terzo assoluto e primo di Gruppo T2, primo nella tappa del Suzuki Challenge. "Bella gara e belle le prove - ha detto al traguardo Dalmazzini- non ci aspettavamo un risultato tanto positivo alla seconda gara, abbiamo preso la giusta familiarità con la macchina ed abbiamo portato l'affondo nel finale"-.

A ridosso del podio s’è piazzato l'emiliano Andrea Lolli, navigato da Sonia Forti sulla Suzuki Grand Vitara, lottando per il primato con il toscano Alberto Spinetti anch’egli al volante di una  vettura gemella ma in difficoltà tecnica. Lolli ha poi ceduto la posizione da podio solo nelle ultime battute quando è stato attaccato da Dalmazzini.

Terzo posto per il romano Massimo Mancusi, riprendendosi dopo la deludente prestazione pordenonese, precedendo al traguardo i fratelli catanesi Mirko e Mike Emanuele. Quinto è Spinetti e sesto Francesco Facile, davanti a Bevilacqua, Bordonaro e Accadia.

Classifica Baja Terra del Sole: 1. Manfrinato- Manfrinato (Renault Megane Proto) in 1h23'; 2. Codecà-Fedullo(Suzuki New Grand Vitara) a 7”; 3. Dalmazzini-Fiorini (Suzuki Vitara 1.9 DDiS) a 5'05”; 4. Lolli-Forti (Suzuki Vitara 1.9 DDiS) a 5'27; 5. Sabellico-Risi (Suzuki New Grand Vitara) a 6'16”; 6. Mancusi-Incaini (Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS) a 7'20”; 7. Emanuele-Emanuele (Suzuki New Grand Vitara 1.9 DDiS) a 8'02”; 8. Salerno-Pallarolo (Polaris Rzr 900 Xp) a 9'49”; 9. Spinetti-Giusti (Suzuki Vitara 1.9 DDiS) a 10'02”; 10. Ananasso-Pensieri (Mitsubishi Pajero) a 10'02”

Classifica gara Suzuki Challenge: 1. Dalmazzini-Fiorini in 1h28'05”; 2. Lolli-Forti a 22”; 3. Mancusi-Incaini a 2'15”; 4. Emanuele-Emanuele a 2'57”; 5. Spinetti-Giusti a 4'57”; 6. Facile-Pasian a 5'02”; 7. Bevilacqua-Calligaris a 6'02”; 8. Bordonaro-Bono a 6'29”; 9. Accadia-Rossini a 9'53” Tutti su Suzuki Grand Vitara 1.9 DDiS T2.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©