Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Suzuki proroga la scadenza dei corsi di guida sicura


Suzuki proroga la scadenza dei corsi di guida sicura
29/11/2012, 10:42

Continua il successo di  “Suzuki&Safe - Guida Responsabilmente” e “Swift & Safe”, i due corsi di guida sicura omaggiati dalla multinazionale giapponese che da sempre sostiene progetti rivolti ai giovani, ai neopatentati e alla sicurezza sulle strade in un contesto di puro divertimento.

 

Visto l’elevato numero di adesioni Suzuki ha infatti deciso di prorogare la scadenza di entrambe le iniziative a tutte le vetture chesaranno immatricolateentro il 31/12/2012.

 

Secondo  i dati Istat il numero degli incidenti stradali mortali nell’ultimo decennio è diminuito sensibilmente ma gli obiettivi fissati dall’Unione Europea prevedono ulteriori sforzi. Oltre a migliorare la sicurezza dei veicoli, realizzare infrastrutture stradali più sicure, occorre rafforzare l’istruzione e la formazione per gli utenti della strada, ed per questo motivo che Suzuki vuole dare un forte contributo concreto con iniziative finalizzate agli acquirenti delle proprie vetture.

 

“Suzuki&Safe - Guida Responsabilmente”  è un pacchetto omaggio rivolto agli acquirenti  neopatentati dei modelli  Alto, Splash 1.0, Swift DDiS e Jimny con cambio automatico, con l’obiettivo di aiutarli a conseguire maggior dimestichezza nella guida e ad acquisire le tecniche utili in situazioni di emergenza; “Swift & Safe” è invece dedicato a tutti coloro che hanno optato per la Swift Sport, top di gamma e vettura più performante della serie Swift, per consentire loro di godere in piena sicurezza della sua vera natura sportiva.

 

I corsi si svolgerannoa Susa, in provincia di Torino, presso MotorOasi Piemonte (www.motoroasi.com) e comprendono il pernottamento in hotel per due notti, due pranzi e una cena e possono essere usufruiti dall’intestatario della vettura o da un suo famigliare.

Entrambi i corsi si articolano in lezioni teoriche ed esercitazioni pratiche in pista con la collaborazione degli istruttori altamente qualificati del Centro Regionale di sicurezza stradale MotorOasi Piemonte.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©