Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Seminario scientifico di Clinica Odontoiatrica

Tecniche di impianto negli inestetismi del viso


Tecniche di impianto negli inestetismi del viso
28/03/2011, 09:03

Castel Morrone (CE) - Sabato 26 marzo si è tenuto, presso la modernissima ed attrezzata Clinica Odontoiatrica del Dott. Raffaele Riello, un importante seminario che ha trattato il tema delle tecniche di impianto negli inestetismi del viso attraverso i filler. Il corso teorico-pratico di livello base, a cui hanno preso parte oltre 20 affermati specialisti medici del settore, giunti a Castel Morrone da tutto il Centro-Sud Italia, è strato tenuto dalla relatrice Dott.ssa Rosa Ambrosanio, che vanta una carriera di tutto rispetto. Infatti, la Dott.ssa Ambrosanio nel 1979 consegue con la votazione di 110 e lode la Laurea in Medicina e Chirurgia presso la Seconda Università degli Studi di Napoli e subito inizia a svolgere la sua attività, in qualità di Medico di Medicina Generale, presso la ASL Napoli1, nel 1984 prima consegue la specializzazione in Medicina dello Sport per poi approdare alla Medicina estetica frequentando sia i corsi presso la Valet di Bologna e poi conseguendo con la votazione di 110/110 il Master di secondo livello in Medicina Estetica presso l'Università di Tor Vergata in Roma. Il corso svolto a Castel Morrone si è prefisso lo scopo, raggiunto con successo da tutti i partecipanti, di far acquisire le conoscenze teoriche e pratiche in materia di impianti di filler nella correzione degli inestetismi del volto e dell'aumento volumetrico delle labbra ai fini estetici. Un corso che si è svolto in due sessioni, mattutina e pomeridiana, intervallate da un Lunch break, consumato presso un noto ristorante locale, e da una visita ai luoghi simbolo di Castel Morrone. Un modo alternativo, quello trovato dal dinamico Dott. Raffaele Riello, di far conoscere Castel Morrone sia attraverso le giornate di approfondimento medico, svolte presso la sua Clinica Odontoiatrica, che di valorizzazione dell'eno-gastronomia e del turismo locale.

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©