Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Tecnologia SKYACTIV: la sfida alle convenzioni


Tecnologia SKYACTIV: la sfida alle convenzioni
14/06/2011, 14:06

“Il limite è il cielo”: questa frase rappresenta una nuovissima generazione di tecnologie Mazda e simbolizza una nuova era per il marchio. A differenza degli altri costruttori automobilistici, la modalità di progettazione unica di Mazda ha sempre contenuto un ingrediente fondamentale: il piacere di guida. L’obiettivo principale dei progettisti Mazda durante lo sviluppo delle tecnologie SKYACTIV è stato quello di aumentare fortemente l’efficienza di tutti i veicoli di nuova generazione, migliorando il risparmio di carburante e riducendo le emissioni di CO2, nonché intensificando ulteriormente, nel contempo, la sicurezza così come il divertimento di guida. Ed hanno cercato di conciliare con successo questi obiettivi a volte in conflitto fra loro tramite la gamma, completamente nuova, di motori, cambi, carrozzerie e telai SKYACTIV che verranno integrati nella nuova generazione di modelli Mazda di cui è previsto il lancio in Europa a partire dal 2012.

I motori a combustione interna alimenteranno ancora oltre l’80% dei veicoli nel 2020. Tuttavia, le versioni attuali funzionano solo al 30% di efficienza, pertanto sussiste parecchio spazio per migliorare. Sfidando le convenzioni, i progettisti Mazda si sono concentrati sulla combustione interna con un obiettivo specifico: ottenere la combustione ideale.

Proprio su questo risiede il fondamento della nuova generazione di vetture Mazda: presentare le tecnologie SKYACTIV su tutti i modelli di nuova generazione, e non solo su costosi modelli “ecologici”. Ciò sottolinea l’impegno senza compromessi del marchio nel migliorare la sostenibilità ambientale, la sicurezza del veicolo e la dinamica di guida.

Uno dei principali obiettivi delle attività commerciali di Mazda consiste nel rendere la mobilità personale ecocompatibile e, nel contempo, abbordabile per una vasta fascia della popolazione. Questo è il motivo per cui, come già accennato, Mazda ha assunto come massima priorità l’aumento dell’efficienza dei propri motori a combustione interna. Il team di Ricerca e Sviluppo del marchio di Hiroshima ritiene che il mezzo migliore per ottenere quanto sopra sia innanzitutto l’ottimizzazione significativa dei processi nell’ambito di tali motori convenzionali per ridurre ampiamente ed in modo costante i consumi di combustibili fossili.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©