Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Lo studio è stato pubblicato sul British Medical Journal

Test su 46.000 donne, la pillola contraccettiva allunga la vita


Test su 46.000 donne, la pillola contraccettiva allunga la vita
13/03/2010, 11:03

ABERDEEN - Uno studio mastondontico condotto su 46.000 donne nell'arco di ben 39 anni. La scoperta del prof. Philip Hannaford dell'ateneo di Aberdeen, è stata pubblicata sul British Medical Journal e sembra trasferire un messaggio chiaro: gli effetti della pillola contraccetiva, non positivi durante la prima fase di utilizzo, diventano invece decisamente benefici se si considerano periodi di lungo termine.
Su mondoraro.org si leggono infatti le dichiarazioni di Hannaford:"Per chi assume questo farmaco c’e’ qualche rischio in piu’ a breve termine – riconosce in primis lo studioso –. Si tratta tuttavia di pericoli che possono essere ridotti al minimo evitando di fumare, tenendo sotto controllo la pressione arteriosa e prendendo parte a programmi di screening. Questi rischi scompaiono poi nel lungo periodo, mentre osserviamo qualche piccolo beneficio per la salute di chi sceglie la pillola contraccettiva"
I "piccoli benefici" osservati sul vasto campione analizzato in un lungo periodo di tempo sono la riduzione del rischio di cancro, ictus e malattie cardiache. I ricercatori precisano però che lo studio è stato effettuato sulle pillole di prima generazione. A tal proposito l'esperto osserva:"Sarebbe sbagliato estendere questi dati direttamente alle pillole assunte dalle donne di oggi ma dai pochi studi che sono stati fatti sui contraccettivi piu’ recenti, possiamo evincere per queste ultime gli stessi effetti dei farmaci di vecchia generazione. Da qui si potrebbe supporre che il beneficio complessivo delle pillole piu’ recente e’ altrettanto valido".
Prima di trarre conclusioni affrettate sulle pillone contraccettive dei giorni nostri, a questo punto, è evidente che occorre attendere ulteriori studi e sperimentazioni. Di certo, al momento, c'è che alcune "credenze" sul farmaco sono state clamorosamente sfatate.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©