Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Toyota al Motor Show di Parigi 2012: la nuova iQ EV


Toyota al Motor Show di Parigi 2012: la nuova iQ EV
11/10/2012, 14:25

È dal 1971 che gli ingegneri Toyota sono impegnati nello sviluppo e nella ricerca sui Veicoli Elettrici (EV) i quali, parallelamente ai veicoli Full Hybrid (HV), a quelli Plug-in (PHEV) e ai veicoli a Celle Combustibili (FCV) rappresentano la visione a lungo termine Toyota relativa alla mobilità sostenibile. La piattaforma Hybrid Synergy Drive® di Toyota risulta essere attualmente la più adatta a diventare la tecnologia chiave da applicare ai modelli futuri. Il sistema è stato specificatamente studiato per essere adattabile a diversi schemi di utilizzo: i veicoli EV per la guida urbana, i PHEV per l’utilizzo in città e sulle medie distanze, gli HV per le medie distanze e gli FCV per quelle più elevate. Elementi chiave per lo sviluppo degli EV sono i sistemi di controllo della batteria e del motore, che Toyota ha creato e messo a punto nel corso del suo programma ibrido. Ad oggi, Toyota ha sviluppato diverse tipologie di EV, tra cui un prototipo 2 posti, la ‘e-com’, un SUV, il RAV4 EV e alcuni prototipi FT-EV. La ‘e-com’ di Toyota è un prototipo presentato per la prima volta in occasione del Motor Show di Tokyo del 1997 che condivide gran parte della tecnologia EV e delle componenti della trasmissione con il ben più imponente RAV4 EV. La ‘e-com’ non restituisce alcun tipo di emissione, e può raggiungere i 100 km/h per una distanza di circa 100 km con una singola ricarica della batteria. Già nel 2000 Toyota possedeva in Giappone un parco macchine composto da circa 30 unità ‘e-com’. Nel 1995 Toyota credeva nella possibilità di lanciare sul mercato un veicolo elettrico. La sua prima generazione del RAV4 EV rappresentava tutto ciò che il marchio aveva appreso nei precedenti 24 anni di ricerca e sviluppo. Infatti, questo prototipo ha poi vinto lo ‘Scandinavian Electric Car Rally’ nell’agosto dello stesso anno. Il RAV4 EV possedeva una delle autonomie più consistenti mai ottenute da un veicolo elettrico, superiore alle 120 miglia (200 km) con una singola ricarica. A partire dal lancio, avvenuto nel 1997, ne sono state vendute 1.500 unità negli Stati Uniti. E’ stata recentemente lanciata negli Stati Uniti la seconda generazione del RAV4 EV, creata in una partnership con Tesla. Ad oggi sono state prodotte tre generazioni del prototipo FT-EV, facendo i rispettivi esordi al Motor Show di Detroit e a quello di Tokyo nel 2009 e 2011. La iQ EV, lo stato dell’arte di tali prototipi in cui convergono le potenzialità tecnologiche e stilistiche dei tre modelli, è destinata alla produzione in serie. Questo è dato dall’installazione di un motore elettrico all’interno della piattaforma dell’iQ, per unire la massima agilità urbana alle zero emissioni e alla silenziosità della guida elettrica, con la possibilità di ospitare sino a quattro passeggeri. Concept L’iQ EV è stata studiata in maniera specifica come veicolo da utilizzare in contesti urbani. Per ottenere un risparmio del peso, un packaging versatile e tempi di ricarica ridotti, l’autonomia elettrica è stata realizzata mantenendo al minimo le dimensioni della batteria. L’efficienza è così diventata l’obiettivo di sviluppo primario, concentrandosi sulla combinazione tra un design leggero e la riduzione dei consumi energetici. In un EV, il consumo energetico del climatizzatore utilizza un’elevatissima percentuale della potenza totale consentita dalla batteria. Per sopperire a tale elemento, l’iQ EV dispone di serie di un climatizzatore e di un sistema di riscaldamento per sedili con pompa di calore a basso consumo, per climatizzare direttamente l’area occupata dai passeggeri, e di un nuovo Sbrinatore per Parabrezza (HWD) funzionante senza l’ausilio del sistema di climatizzazione. Una batteria con capacità ridotta si traduce inoltre in tempi di ricarica più brevi. Oltre a poter essere ricaricata in circa tre ore, la batteria della nuova iQ EV consente una ricarica di circa l’80% in soli 15 minuti grazie al sistema Fast Charging, in grado di aumentare sensibilmente la comodità e la praticità del nuovo EV di Toyota. Packaging Con una lunghezza totale di 3.120 mm, la nuova iQ EV risulta essere soltanto 135 mm più lunga rispetto al modello convenzionale, condividendo con quest’ultimo i 1.680 mm di larghezza, i 1.505 mm di altezza e i 2.000 mm di passo. Il raggio di sterzata minimo di 4,1 metri garantisce la massima manovrabilità urbana. Dal momento che l’azzeramento delle emissioni consente l’eliminazione del sistema di scarico, il nuovo pacchetto batteria agli ioni di litio è stato montato all’interno di un alloggiamento in acciaio subito sotto il pianale dell’abitacolo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©