Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Toyota, i nuovi modelli umani virtuali per i crash test


Toyota, i nuovi modelli umani virtuali per i crash test
11/06/2011, 11:06

Toyota Motor Corporation (TMC) ha aggiunto gli esemplari di un individuo donna taglia ‘small’ e di un maschio taglia ‘large’ alla Versione 4 dei suoi modelli virtuali Thums*, che rendono possibile un’analisi talmente dettagliata da risultare irraggiungibile mediante i manichini da crash-test convenzionali. I modelli, ispirati a una donna di statura pari a 153 cm e a un uomo alto 189 cm, si aggiungeranno al modello di maschio adulto alto 179 cm presente nella Versione 4 THUMS rilasciata lo scorso anno. I tre modelli sono prodotti secondo due diverse tipologie, una per gli occupanti del veicolo e l’altra per i pedoni, portando così a 6 il numero totale di modelli. Diventa così possibile prendere in considerazione differenti misure umane durante l’analisi delle lesioni interne causate dagli incidenti automobilistici. La Versione 4 è il risultato di un processo di sviluppo congiunto portato avanti dai Toyota Central R&D Labs, Inc., da alcune università e da istituti di ricerca esterni per raccogliere misurazioni dettagliate della struttura interna del corpo umano attraverso uno scanner TC (tomografia computerizzata) ad alta precisione. Attraverso la creazione di modelli precisi dei vari organi interni, compresa le rispettiva posizione e il modo in cui sono collegati tra loro, TMC è riuscita a sviluppare un modello umano virtuale che aumenta di circa 14 volte la quantità di informazioni rispetto alla versione precedente. Un tale incremento di dettagli consente di comprendere in maniera più accurata quali possano essere i traumi degli organi interni in caso di collisione. A partire dall’estate, questi due nuovi modelli verranno venduti alle università attraverso la Toyota Technical Development Corporation e alle società private mediante la Società di Consulenza JSOL.


TOYOTA MOTOR ITALIA S.P.A
Per ottenere quanto prima la massima riduzione di incidenti automobilistici, soprattutto di quelli mortali, TMC applicherà i risultati dei test sui THUMS per sviluppare veicoli sempre più sicuri. Oltre a questo, TMC ha intenzione di aggiungere nuovi modelli, basati sull’anatomia degli anziani e dei bambini, per sviluppare la più ampia gamma di test possibile.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©