Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Al primo posto le coppie lesbo

Tradimento o fedeltà: Vince la monogomia

La percentuale dei tradimenti scende dal 1975 ad oggi

Tradimento o fedeltà: Vince la monogomia
07/09/2011, 16:09

Traditori o fedeli? Sembrerebbe scontato rispondere ad una domanda del genere con :traditori. Ma un sondaggio condotto ci porta una buona notizia rivelandoci che “il tradimento” non sarebbe più così tanto di moda come un tempo, mentre la fedeltà, da sempre vista come una meta irraggiungibile e poco realista, nonché monotona si sta facendo strada verso l’accettazione sociale, facendo riscoprire i lati positivi della monogamia in quanto, per alcuni, più rassicurante e allo stesso tempo stimolante rispetto ad una vita frenetica e con molti partner.
A svelarcelo è stata una ricerca condotta dall’Università di San Francisco pubblicata sul magazine Family Process. I dati si rifanno al 1975, su un campione di 6082 persone e di 760 nel 2000.
Nel campione di persone sottoposte al test sono stati inclusi lesbiche, gay ed eterosessuale.
Il sondaggio ha rivelato che le coppie gay sono quelle più fedeli. La percentuale di tradimenti tra i gay è infatti diminuita dal 83 al 59% con un meno 24 %. A seguire le coppie lesbiche, dove la fedeltà risulta essere ad oggi la parola chiave. Le percentuali relative a queste ultime mostrano un calo dal 28 all’8 per cento. Diminuiscono anche le scappatelle delle donne etero e, difficile a crederci, anche quelle degli uomini etero. Per le prime si è avuto un calo dal 23 al 14 %, per i secondi un calo dal 28 al 18 %.
Evidente quindi una spiccata fedeltà da parte delle lesbiche, seguite dagli uomini etero, dalle donne etero e infine dai gay, anche se negli ultimi 25, è stata proprio la categoria dei gay ha dare maggiore importanza alla fedeltà nel rapporto di coppia.
Una vera e propria inversione di marcia quella che si è verificata negli ultimi anni. Cosa sarà successo? La nostra cultura sta cambiando? il senso profondo dell’amore eterno, del rispetto verso il o la compagna inizia ad entrare nella mentalità comune? Oppure l’uomo è sempre più insicuro, privo di incertezze e le ricerche nel rapporto di coppia?

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©