Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Trapianto autologo di staminali contro il diabete di tipo I


Trapianto autologo di staminali contro il diabete di tipo I
15/04/2009, 12:04

Il trapianto autologo di cellule staminali emopoietiche aiuta i pazienti con diabete di tipo 1 a liberarsi dall'insulina. E' in sintesi il risultato di uno studio della Northwestern University di Chicago pubblicato sul Journal of the American Medical Association (Jama), condotto su 23 pazienti tra i 13 e i 31 anni: dopo il trapianto di cellule staminali prelevate dal proprio midollo osseo, la maggior parte dei pazienti per piu' di tre anni non ha avuto necessita' di iniettarsi l'insulina o l'ha utilizzata saltuariamente. Per verificare gli effetti del trapianto i ricercatori hanno monitorato i livelli del C-peptide dell'insulina, che indica la capacita' del corpo di produrre appunto insulina: i livelli erano aumentati in modo significativo a 24 mesi dal trapianto e si sono mantenuti tali fino a 36 mesi, con un buon controllo glicemico. Per confermare il ruolo di questo trattamento che potrebbe cambiare la storia naturale del diabete di tipo 1, sono necessari ulteriori studi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©