Cyber, scienza e gossip / Religione

Commenta Stampa

Udienza Speciale del RnS con Benedetto XVI in Piazza San Pietro, sabato 26 maggio 2012


Udienza Speciale del RnS con Benedetto XVI in Piazza San Pietro, sabato 26 maggio 2012
22/05/2012, 15:05

Il Santo Padre Benedetto XVI concederà un’Udienza Speciale al Rinnovamento nello Spirito Santo, in occasione del 40° anniversario della nascita del Movimento in Italia. Un regalo straordinario per il popolo del Rinnovamento che il giorno di Vigilia di Pentecoste, sabato 26 maggio p.v., si riunirà in Piazza San Pietro per essere ricevuto dal Pontefice.

Migliaia di pellegrini provenienti da tutta Italia affluiranno in Piazza San Pietro per l’appuntamento più importante di quest’anno “giubilare”, rinverdendo con questo gesto i precedenti incontri con i Pontefici Paolo VI e Giovanni Paolo II. Alle 09.00 un momento di preghiera, di canto e di testimonianze, curato dal Comitato Nazionale e dal Servizio Nazionale della Musica e del Canto del RnS, segnerà l’inizio del grande raduno.

Alle ore 10.00, nel segno della comunione con tutte le Chiese dove il RnS è presente e operante, si svolgerà la Concelebrazione Eucaristica presieduta dal card. Angelo Bagnasco, Arcivescovo di Genova e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

Al termine della S. Messa, il Santo Padre arriverà nella Piazza e incontrerà i fedeli che ascolteranno le parole di indirizzo al Rinnovamento. A nome di tutti gli aderenti, il presidente nazionale Salvatore Martinez porgerà al Papa un saluto di ringraziamento.

In questa speciale occasione, Benedetto XVI ha voluto riservare un altro dono al Rinnovamento: l’indulgenza plenaria, alle solite condizioni, a tutti coloro che parteciperanno all’Udienza in Piazza San Pietro.

Con queste parole Salvatore Martinez invita all’evento straordinario del 26 maggio: «Si prepara una grande festa. Non vorremmo che mancasse nessuno dei nostri amici, dei nostri familiari, di quanti simpatizzano con la nostra esperienza o vorrebbero provare ad accostarla. Saremo lieti di accogliere tutti e insieme, ad una sola voce, ringraziare il Papa per questo speciale dono che ci concede. Non ci siamo stancati di gridare al mondo le meraviglie della Pentecoste. In questi primi quaranta anni abbiamo iniziato a sentire il gusto della vita nuova nello Spirito ed esperimentato una gioia di vivere nuova che vogliamo condividere con tutti. Noi crediamo ancora, più di ieri, nelle sorprese dello Spirito e ci attendiamo che questo incontro con il Successore di Pietro, nell’Anno della Fede e del Sinodo sulla Nuova evangelizzazione, segni un nuovo slancio testimoniale, un nuovo inizio nella nostra storia. Desideriamo che l’espressione «rinnovamento» non rimanga un ideale astratto da perseguire, ma un cammino, una prassi già in atto da condividere».

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©