Cyber, scienza e gossip / Religione

Commenta Stampa

Rafforzate misure di sicurezza

Ultimo Angelus per Benedetto XVI. Attesi 200mila pellegrini


Ultimo Angelus per Benedetto XVI. Attesi 200mila pellegrini
24/02/2013, 11:30

ROMA – Tutto è pronto per l’ultimo Angelus del Papa Benedetto XVI che, il prossimo 28 febbraio, rinuncerà al Pontificato perché, a suo dire, non ha più le forze per continuare a svolgere il suo compito al meglio. Il Pontefice si affaccerà dalla finestra del suo appartamento a mezzogiorno. E così, a poche ore dall'inizio dell'ultimo Angelus, via della Conciliazione è ancora aperta. I vigili urbani in servizio in piazza Pio XII, hanno spiegato che la chiusura della strada, all'altezza di via Traspontina, scatterà solo se le condizioni lo riterranno opportuno.
Tanti i pellegrini in fila che attendono i controlli con i metal detector per poter entrare nella Basilica di San Pietro, per l’ultimo saluto a Benedetto XVI. La coda parte, guardando la piazza, dal Colonnato di sinistra ed arriva fino a quello di destra. Sono moltissimi i pellegrini stranieri, in particolare in questo momento giapponesi. Coloro che invece vogliono assistere all'Angelus hanno cominciato a prendere posto intorno all'obelisco al centro della piazza. L'atmosfera è molto rilassata: c'è chi sventola bandiere, chi mostra striscioni e chi a gruppetti si fa foto ricordo con sfondo la Basilica di San Pietro.
Una domenica speciale, dunque, per il Vaticano, tanto che in piazza San Pietro sono stati montati circa quattro maxi-schermi: due sono stati collocati ai lati del Sagrato e due all'inizio dei due lati del Colonnato. Sui maxi-schermi vengono mandate le immagini della stessa piazza in cui stanno affluendo pellegrini e turisti.
Rafforzate anche le misure di sicurezza intorno all’area con 2000 uomini delle forze dell’ordine e oltre vigili. Ci saranno anche 300 volontari della Protezione civile per vegliare che tutto si svolga nel migliore dei modi.
Previsto, inoltre,anche il rinforzo del servizio metro nella fascia 8-15 con 3 treni e delle linee bus 64 e 40; presidio a Termini delle Navette di Roma TPL , posizionate tra il 64 e il 40 per fare la spola senza fermate intermedie; presidio metro Termini scambio linea B con linea A e a metro Ottaviano per il deflusso. Biglietterie Mobili a Termini e a Ottaviano, funzionanti tutte le emettitrici di ticket e i validatori di Termini e Ottaviano; rinforzata la presenza del personale di Assistenza a Termini e Ottaviano. Verificatori saranno presenti sul 64, sul 40 e sulle Navette di Roma TPL per controllo titoli dei viaggio. Presenti inoltre 30 volontari della Protezione Civile capitolina di cui 20 a Termini (piazza dei Cinquecento) e 10 a Ottaviano e presidio di agenti della polizia locale di Roma Capitale all'incrocio tra via Ottaviano e viale Giulio Cesare. A disposizione anche un'ambulanza del 118 all'altezza dell'ingresso metro.
Oltre 500 volontari dell'Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) saranno presenti con due postazioni per assistere ai disabili, accorsi in Piazza San Pietro.
Inoltre, è attivo tutti i giorni il numero verde 800.062.026 che sarà un punto di riferimento per le persone disabili per informazioni sulla città di Roma, per segnalare problematiche e situazioni di disagio e per ricevere aiuto nel muoversi per potere accedere alle cerimonie pontificie fino all'elezione del nuovo Pontefice. In occasione poi dell'ultima udienza di Benedetto XVI, prevista per mercoledì 27 febbraio, è stata attivata anche la sezione della Protezione Civile di Unitalsi specializzata proprio nell'assistenza ai disabili, agli anziani e ai malati.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©