Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Un anno difficle per l'auto, un anno record per Kia Motors Company Italy


Un anno difficle per l'auto, un anno record per Kia Motors Company Italy
10/01/2013, 14:26

- La "resa dei conti" alla fine del difficile 2012 assegna al marchio Kia il ruolo di sprinter del mercato che contrasta con il momento di grave crisi del settore. Il marchio coreano ha infatti fatto registrare la crescita percentuale più alta in assoluto rispetto al 2011 (+39%), passando da 19.454 a 27.069 unità vendute, con una corrispondente spinta verso l'alto della penetrazione, a sua volta cresciuta dall'1,11% all'1,92% (con un incremento record pari allo 0,81%).

 

Il successo ottenuto in Italia riflette il favorevole andamento globale del marchio Kia che nel corso del 2012 ha saputo registrare una crescita complessiva di produzione/vendite superiore al 10%, distribuita fra tutti i mercati principali, da quelli in grande espansione, come Cina e USA a quelli meno favorevoli, come in Europa.

 

Per raggiungere questo risultato, che rientra nell'obiettivo di Kia Motors di entrare nella Top Ten dei produttori mondiali, la strategia del marchio ha dedicato il suo impegno nel costante miglioramento in tutti i settori chiave che influiscono sulle scelte dei clienti. L'introduzione della esclusiva garanzia Kia di 7 anni ha imposto un nuovo concetto di qualità e la rivoluzione stilistica degli ultimi anni ha esaltato l'immagine di vetture giovani ed entusiasmanti, veramente capaci di sorprendere. L'innovazione tecnologica (nuovi motori a benzina e diesel e attenzione alle soluzioni alternative come il GPL) ha quindi generato un'offerta articolata e adeguata a ciascuna situazione di mercato.

 

 

Per quanto riguarda nello specifico la situazione Italiana, l'appeal del brand Kia è cresciuto costantemente da quando la cee'd, prodotta nello stabilimento di Zilina in Slovacchia, ha portato una ventata di innovazione nel segmento più competitivo in Europa e l'avvio della produzione europea di Sportage ha ulteriormente rafforzato l'immagine di un grande classico che nel 2012 è stato il best seller nel nostro Paese con un totale di 8499 unità (in crescita del 64,45% rispetto al 2011). Grande successo anche per la nuova Rio, autorevolmente inserita nell'affollato segmento B, che con un totale di 8274 unità ha praticamente quadruplicato le vendite rispetto all'anno precedente.

 

Il Presidente di Kia Motors Company Italy, Kwang Gu Lee ha così commentato i risultati 2012: "La decisione di creare una filiale diretta in Italia nel 2011 rispondeva alla strategia di affermazione del marchio Kia nei maggiori mercati ed era un segno di attenzione alle potenzialità del mercato italiano per il nostro Marchio; a solo un anno e mezzo di distanza i risultati confermano le nostre prospettive e aprono la strada ai nuovi traguardi futuri".

 

L'Amministratore Delegato Giuseppe Bitti ha sottolineato come "Registrare risultati di questa portata in Italia in un periodo terribilmente difficile per tutti è una grande soddisfazione perché dimostra l'efficacia del nostro impegno e contemporaneamente  conferma il valore dei prodotti che Kia mette sul mercato".

 

Da parte sua Giuseppe Mazzara, PR e Marketing Communication  Manager, ha messo l'accento sull'evoluzione del rapporto fra il brand Kia e il pubblico italiano: "Se leggiamo oltre i numeri, che sono indubbiamente entusiasmanti, un altro risultato importante è stato raggiunto nei riguardi della notorietà del marchio e del modo in cui viene percepito dai clienti; questo è un patrimonio in crescita che continueremo a coltivare con l'essenziale contributo della nostra rete commerciale".

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©