Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

UN SUCCESSO IRREFRENABILE: 10 ANNI DI BMW X5


UN SUCCESSO IRREFRENABILE: 10 ANNI DI BMW X5
14/01/2009, 10:01

L’anniversario del primo Sports Activity Vehicle: dal suo debutto al North American International Auto Show del 1999, ne sono stati venduti 845 mila
esemplari in tutto il mondo



Con le sue ottime prestazioni dinamiche su strada e la sua eccezionale trazione sui terreni sconnessi, sono dieci anni che BMW X5 corre verso il successo. BMW presentò la prima generazione di questa 5 porte a trazione integrale nel 1999 in occasione del North American International Auto Show, creando così il segmento dei SAV (Sports Activity Vehicle). La prima mondiale segnò l’inizio di una storia di successi senza precedenti.
Nel giro di un decennio, sono stati venduti più di 845 mila esemplari della BMW X5. Grazie agli ulteriori sviluppi del concetto SAV, ora vi sono ben tre modelli BMW X tra cui scegliere, con un quarto modello pronto per la produzione in serie entro il 2009. Inoltre, la BMW X5 è diventata l’ispirazione chiave per tutti i veicoli a trazione integrale. Al suo decimo anniversario, con la BMW X5 ora alla sua seconda generazione, questo veicolo rimane il modello e la pietra miliare della sua classe in termini di dinamica di guida, di efficienza, di versatilità, di qualità premium e di sicurezza.

Fin dall’inizio, la chiave del successo della BMW X5 si identificava nell’abbinamento di due qualità straordinarie, un abbinamento mai realizzato prima in nessun veicolo. Il nuovo modello riuscì a trasferire il caratteristico piacere di guida BMW in un segmento di mercato tutto nuovo. Per la prima volta in assoluto, la BMW X5, spaziosa e a trazione integrale permanente, unì la dinamica di guida di una berlina BMW ad una mobilità ottimale sui tracciati non asfaltati. La scocca e le sospensioni indipendenti distinsero la BMW X5 dai tradizionali fuoristrada, mentre il sistema per il controllo della stabilità (DSC – Dynamic Stability Control), che comprendeva l’ADB-X (sistema di frenata differenziale automatica) e l’HDC (controllo in discesa) che assicuravano le massime qualità di guida sia su strada sia fuoristrada.

Le prestazioni dinamiche e la versatilità venivano anch’esse sottolineate nel design del veicolo. Un’altra caratteristica che colpiva era la seduta rialzata che dava al guidatore la stessa impressione di dominio già garantita dalla tecnologia del telaio. Inoltre, gli interni spaziosi, versatili e di grande qualità conferivano alla BMW X5 un’esperienza di guida del tutto nuova per un’auto a trazione integrale.

La seconda generazione della BMW X5, lanciata nell’autunno 2006, vide un ulteriore sviluppo delle caratteristiche distintive di questo SAV. Con il suo comfort garantito da uno spazio maggiore, dai suoi interni lussuosi, da una tecnologia di propulsione ancora più evoluta, da un telaio innovativo e dai sistemi di assistenza alla guida, la nuova BMW X5 ancora una volta stabilisce il benchmark per tutti i concorrenti dei modelli BMW X. Come il suo predecessore, questo SAV viene costruito nello stabilimento nordamericano BMW di Spartanburg ed è la prima BMW ad ospitare fino a sette persone. La sua trazione integrale intelligente BMW xDrive, ulteriormente sviluppata, valorizza sia le dinamiche di guida su strada sia la trazione su terreni sconnessi. La trazione integrale permanente e controllata elettronicamente, che è anche collegata al sistema di stabilità DSC, distribuisce la potenza in maniera variabile tra le ruote anteriori e quelle posteriori.

Con il successo della BMW X5, BMW si è confermata costruttore di maggiore successo del mondo di veicoli premium a trazione integrale. Inoltre, numerosi importanti premi per il progetto del veicolo, per la sua qualità e per la sicurezza riflettono il sempre maggiore richiamo dei grandi modelli SAV costruiti dalla BMW. Nel 2007, BMW X5 ha ricevuto il premio “autonis” della rivista automobilistica “auto motor und sport” per il progetto più bello ed un premio d’oro nello studio J.D. Power sulla soddisfazione dei clienti in Nord America, nonché una vittoria nella sua classe nel concorso “auto 1” promosso dal Gruppo internazionale “Auto Bild”. Questi riconoscimenti sono stati seguiti nel 2008 dalla vittoria nella sua classe nel sondaggio “The best cars” tra i lettori di “auto, motor und sport”. Due volte di seguito, la BMW X5 si è anche piazzata tra i tre veicoli con la maggiore tenuta di valore nel mercato automobilistico tedesco, il che ha indotto la rivista “Auto Bild” a dichiararla “Value Master of the Year” sia nel 2007 che nel 2008.

Già nel 2000, l’istituto assicurativo per la sicurezza stradale (IIHS) degli Stati Uniti dichiarò la BMW X5 di prima generazione il veicolo più sicuro mai sottoposto ad uno dei suoi crash test. Nel 2003, il SAV ottenne il punteggio massimo di 5 stelle nel crash test Euro-NCAP. L’attuale BMW X5 ha ricevuto il “Top Safety Pick Award” grazie agli eccezionali risultati nei crash test IIHS sia nel 2007 sia nel 2008.

La BMW X5 Model Year 2009 occupa anch’essa una posizione leader in termini di efficienza. I motori avveniristici 8 e 6 cilindri a benzina ed i motori 6 cilindri diesel eccezionalmente economici, insieme alle attuali misure BMW EfficientDynamics, assicurano che la BMW X5 abbini le sue eccellenti qualità con livelli di consumi e di emissioni che sono esemplari nella sua categoria di veicolo e di potenza. Anche questo dimostra che la strategia di sviluppo BMW EfficientDynamics ha avuto un effetto notevole nel segmento dei modelli BMW X. In fin dei conti, i consumi per tutti i tipi di motori della BMW X5 sono stati notevolmente ridotti nel corso della sua storia decennale – nonostante un aumento significativo di potenza. La BMW X5 xDrive48i Model Year 2009 fa registrare consumi medi di 12,1 litri/100 km nel ciclo EU – il 13 percento in meno rispetto alla BMW X5 4.4i del 2000, che disponeva di quasi 70 CV in meno. La BMW X5 xDrive30i supera i suoi modelli precedenti di 41 CV, eppure ha un consumo medio di appena 10,3 litri/100 km, cioè circa il 20 percento in meno. Nella BMW X5 xDrive30d, la potenza è stata aumentata di 51 CV, ma il consumo di carburante è stato ridotto di oltre il 15 percento a 8,2 litri/100 km.

Queste cifre colpiscono ancora di più quando vengono guardate in relazione allo spazio e al comfort offerti dal veicolo. La prima BMW a disporre di sette posti è disponibile con motori che offrono eccezionali economie nei consumi e bassi livelli di emissioni. Con consumi medi di 8,2 l/100 km ed emissioni di CO2 pari a 217 grammi/km la BMW X5 xDrive30d con 173 kW/235 CV dimostra un notevole grado di efficienza, specialmente considerando la sua capacità di carico: anche nel segmento delle piccole, un consumo medio pro capite di meno di 1,2 litri/100 km e le relative emissioni di CO2 di 31 grammi/km a persona vengono raggiunte soltanto raramente.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©