Cyber, scienza e gossip / Motori

Commenta Stampa

Una BMW per il Corpo della Guardia Svizzera Pontificia


Una BMW per il Corpo della Guardia Svizzera Pontificia
30/01/2011, 14:01

E’ stata consegnata venerdì 21 gennaio da Gianni Oliosi, direttore Relazioni Istituzionali e Comunicazione di BMW Italia, nelle mani del Colonnello Daniel Rudolf Anrig, comandante del Corpo della Guardia Svizzera Pontificia, una BMW 320d.

II 22 gennaio 1506 è la data di nascita ufficiale della Guardia Svizzera Pontificia, perché in questo giorno un gruppo di centocinquanta svizzeri, al comando del capitano Kaspar von Silenen, del Cantone di Uri, attraverso Porta del Popolo entrò per la prima volta in Vaticano, dove furono benedetti da Papa Giulio II.

Questo Corpo, che veste tuttora il variopinto costume con i colori medicei (blu, giallo e rosso), continua il plurisecolare servizio della particolare custodia della Sacra Persona del Sommo Pontefice, sia in anticamera che nelle cerimonie pubbliche, sorvegliando il Palazzo Apostolico e gli ingressi esterni del Vaticano.

La vettura, acquistata dal Corpo della Guardia Svizzera Pontificia, è una BMW 320d prodotta nel dicembre 2010 dallo stabilimento di Monaco di Baviera con carrozzeria berlina di colore Space Grau e interni in stoffa nera.

Auto dotata di motore quattro cilindri Diesel da 184 CV, che si distingue per le sue caratteristiche di eco sostenibilità rientrando nella normativa Euro 5 con filtro anti particolato e consumi ridotti a soli 4,7 l/100km ed emissioni di CO2 di 125 g/km grazie al programma BMW EfficientDynamics.

BMW EfficientDynamics è una strategia diffusa su tutta la gamma del costruttore bavarese che mira alla riduzione delle emissioni e dei consumi e nel contempo ad incrementare le prestazioni ed il dinamismo delle vetture. Questo dinamismo efficiente ha permesso di ridurre le emissioni di CO2 della gamma di oltre il 25 % nel periodo considerato dall’accordo ACEA (1995-2008) ed anche in virtù di questo impegno, negli ultimi sei anni, il BMW Group è stato riconosciuto come leader di settore nel Dow Jones Sustainability Index.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©