Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

UNA NUOVA TERRA VICINO AL NOSTRO PIANETA?


UNA NUOVA TERRA VICINO AL NOSTRO PIANETA?
29/10/2008, 19:10

Una delle stelle più studiate è Epsilon Eridani, una stella molto giovane (ha un'età di circa 800 milioni di anni, rispetto ai 4,5 miliardi di anni del nostro Sole) e abbastanza vicina alla Terra, in termini astronomici, visto che si trova a 10 anni luce di distanza, cioè 100 mila miliardi di chilometri, più o meno. Uno dei mezzi più utilizzati per lo studio è Spitzer, un telescopio spaziale che da qualche tempo ha affiancato e completato il più noto Hubble. Infatti mentre Hubble lavora sulla fascia di spettro visibile e sulle onde radio, Spitzer lavora più sulle frequenze dei raggi infrarossi. E così Spitzer ha permesso di notare una serie di curiose coincidenze tra il sistema solare che circonda Epsilon Eridani e il nostro. Innanzitutto, il fatto che ci sono dei pianeti esterni simili a Saturno ed Urano con una fascia di corpuscoli esternio, simili alla fascia di Kuiper, che circonda i pianeti e che comprende anche Plutone. Inoltre c'è un gigante gassoso, intorno ad Epsilon Eridani, a circa 3,4 unita astronomiche (una unità astronomica è pari alla distanza media tra la Terra e il Sole, circa 150 milioni di chilometri), più o meno la stessa distanza di Giove. E di recente si è scoperto anche una fascia di corpuscoli simili alla fascia asteroidale che c'è tra Marte e Giove.

A questo punto le probabilità di trovare anche un pianeta abitabile è superiore a zero. Certo, data la distanza, non sarà certo possibile andare a verificare facilmente, visto che un razzo ci impiegherebbe oltre un secolo per arrivarci. Ma non è detto che i romanzi di Asimov o gli episodi di Star Trek

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©