Salute e benessere / Salute

Commenta Stampa

Una sola sigaretta al dì raddoppia rischio morte improvvisa


Una sola sigaretta al dì raddoppia rischio morte improvvisa
12/12/2012, 14:03

Ecco un altro buon motivo per smettere di fumare, magari come uno dei buoni propositi per il nuovo anno: fumare anche poche sigarette al di', i cosiddetti fumatori moderati (da 1 a 14), raddoppia il rischio di morte improvvisa, almeno tra le donne.

E' quanto emerso da un maxi-studio pubblicato sulla rivista 'Circulation: Arrhythmia and Elettrophisiology', un giornale dell'American Heart Association, e coordinato da Roopinder Sandhu dell'Universita' di Alberta in Canada. Gli esperti hanno condotto la ricerca coinvolgendo oltre 100 mila infermiere seguite per tre decadi. I ricercatori hanno incrociato i dati relativi ad abitudini e stili di vita delle donne, in media tutte sopra i 35 anni con i dati sui decessi intercorsi durante i 30 anni di durata dello studio.

E' emerso che le donne fumatrici, anche quelle che si limitano a fumare pochissime sigarette al giorno (da una sola a 14) - illudendosi, magari, di tenersi in questa maniera al riparo dai pericoli del fumo - il rischio di morire di morte cardiaca improvvisa e' il doppio piu' elevato rispetto alle non fumatrici.

La morte improvvisa per arresto cardiaco e' un evento che in genere ha cause genetiche quando si verifica sotto i 35 anni di eta', ma non se si verifica in over-35, cioe' l'eta' media del campione in questa ricerca. Sopra i 35 anni la morte improvvisa e' imputabile a patologia delle arterie coronarie, quelle che ossigenano il cuore.

Gli esperti hanno dimostrato che anche le donne che fumano poco sono piu' soggette a questo rischio e il rischio di morte sale dell'8% ogni 5 anni di fumo sulle spalle. Viceversa, il rischio si riporta ai valori di un non fumatore dopo vent'anni dall'ultima sigaretta.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©