Cyber, scienza e gossip / Sesso

Commenta Stampa

In rete, al prezzo modico di quattro euro

Verginità matrimoniale? Vendesi imene artificiale


Verginità  matrimoniale? Vendesi imene artificiale
06/02/2012, 11:02

Arrivare vergini al matrimonio, preservarsi illibate per il proprio marito. La vetusta usanza è sempre più inadeguata nel nostro millennio, ma le donne cinesi hanno trovato un escamotage per rimanere “caste”. Si tratta di un imene artificiale,pubblicizzato con il simpatico slogan “Ripristina il divertimento nel matrimonio delle donne” . L’imene, in vendita per la modica cifra di 4 euro, rilascia una membrana gelatinosa che, rompendosi durante il rapporto, rilascia un liquido rosso che sembra sangue. Le ragazze hanno da subito apprezzato tale ‘marchingegno’, poiché avrebbe dato loro la possibilità di avere rapporti sessuali prima del matrimonio, senza perdere la verginità, considerata sacra specialmente nel continente cinese. Le autorità, però, hanno vietato la vendita di questo prodotto poiché dichiarato pericoloso per la salute. L’imene finto, infatti, causerebbe delle infezioni ai genitali e per questo non è ritenuto sicuro dal punto di vista sanitario.

Commenta Stampa
di Ilaria Nacciarone
Riproduzione riservata ©