Cyber, scienza e gossip / Internet

Commenta Stampa

Dopo l'attacco alla pagina Julie, numerose segnalazioni

Vergogna Facebook: continuano gli attacchi di hackers

Gruppo religioso vittima dei frequentatori del social

Vergogna Facebook: continuano gli attacchi di hackers
25/10/2012, 23:36

Riceviamo e pubblichiamo Mail di protesta

Da oltre un anno su facebook si è potuto ammirare la gran fede di molte persone devote alla Madonna di Polsi. Da questa fede un gruppo di ragazzi, originari di San Luca e San Giorgio Morgeto hanno fondato il gruppo denominato: SANTUARIO MADONNA DELLA MONTAGNA DI POLSI.
Il gruppo creato su facebook oltre a rappresentare il Santuario di Polsi, rappresentava la Carovana "Misteri della Gioia" di San Giorgio Morgeto, diretta dai procuratori della famiglia Carere, con oltre 30 anni di cammino a piedi verso il Santuario Polsiano.
Dal 2011 questo gruppo era diventato il piu' importante dal punto di vista di direzione e di contatto con i fedeli da ogni parte del mondo, arrivando a toccare i 25 mila membri. Ogni devoto alla madonna di Polsi, poteva ammirare tramite questa pagina il percorso spirituale che si effettuava a Polsi, pubblicando foto, video e commenti di preghiera rivolti alla Madonna.
Da qualche giorno, il gruppo di facebook ha ricevuto un attaco hacker di satanisti senza scrupoli di coscienza. L'armata bestemmiante, così si fanno chiamare questo gruppo di persone, che attaccano tutto ciò che porta il nome di Dio.
Nei giorni scorsi questi personaggi con la loro tecnologia, sono riusciti ad impossessarsi del gruppo della Madonna di Polsi, riuscendo ad bloccare i fondatori del gruppo e impadronendosi della pagina..  Dal momento che questi satanisti si sono messi a capo del gruppo, hanno iniziato a pubblicare foto pornografiche e di ogni genere che và contro il volere della chiesa  cristiana bestemmiando e parlando in modo volgarissimo offendendo tutti i membri. Gli amministratori fondatori del gruppo, cercando in tutti i modi di bloccare la pagina, hanno capito che pultroppo non c'era nulla da fare. Presentando denuncia al comando dei carabinieri per tutelare ogni parte offesa, e cercare il prima possibile di bloccare ed eliminare il gruppo, e di arrivare ai responsabili dell'orribile gesta nei confronti della chiesa. Adesso con l'intervento delle forze dell'ordine e della polizia postale, la calabria intera, l'italia e tutto il mondo devoto alla Madonna di Polsi attende notizie positive, implorando che tutto ciò finisca il prima possibile. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.
Vergogna Facebook: continuano gli attacchi di hackers
Vergogna Facebook: continuano gli attacchi di hackers