Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

VIVACE CONTRO LE INTOLLERANZE AL GLUTINE


VIVACE CONTRO LE INTOLLERANZE AL GLUTINE
20/06/2008, 09:06

Domenica 01 Giugno si è conclusa la manifestazione sulle intolleranze alimentari e la celiachia “Vivace” (Vetrina delle Intolleranze. Verso l’Alimentazione senza glutine). La manifestazione alla sua prima edizione ha riscosso un interessante successo sia come numero di visitatori sia come “percezione” da parte degli organi competenti di un serio progetto di qualità rivolto all’utenza specifica, il celiaco, al cittadino comune e a chi nel settore dell’alimentazione, vedi intolleranze, lavora. Istituzioni, imprenditori, esperti del settore, curiosi, hanno tutti concordato che la qualità organizzativa e di comunicazione, tutto a cura dell’Associazione LaborSALERNO, insieme alla indiscutibile qualità scientifica del convegno e dei workshop organizzati, ha contribuito non poco ad un “battesimo” pieno di prospettive future. Durante i quattro giorni di VIVACE si sono alternate figure di primo piano nel panorama nazionale ed internazionale del settore medico, scientifico ed imprenditoriale, figure che oltre ad avere saputo catturare la   partecipazione emotiva dei presenti , hanno aperto importanti spiragli di ragionamento, dialogando in modo estremamente comprensivo con il pubblico presente. Questa forse è la vera rivelazione del progetto Vivace, quello della ricerca costante di un dialogo con il territorio senza mai staccarsi da quello che è il forte rigore scientifico e l’estremo bisogno di verità e semplicità dell’informazione nell’ottica del rispetto di tutti. Tra le tante figure citiamo il Prof. Alessio Fasano, un salernitano che vive ed opera a Baltimora, una delle maggiori autorità internazionali nel campo della ricerca nel settore della celiachia, che ha saputo con la sua capacità comunicativa dare non solo un forte risalto alla manifestazione ma anche rispecchiare in pieno quello che Vivace stesso vuole trasmettere. Non resta che guardare oltre ed iniziare a lavorare per la seconda edizione che, secondo indiscrezioni, avrà sempre più le caratteristiche del fortunato nome che la contraddistingue.      

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©