Cyber, scienza e gossip / Gossip

Commenta Stampa

Volume Mp3 troppo alto? I guai iniziano subito


Volume Mp3 troppo alto? I guai iniziano subito
22/06/2010, 18:06

Tempi duri per tutti gli amanti della musica. Ormai non si contano nemmeno le persone che girano con le cuffie nelle orecchie. Tutti siamo ogni giorno armati di I-pod o di mini lettori Mp3. Con essi affrontiamo il traffico cittadino, i viaggi con i mezzi pubblici, le passeggiate solitarie e le corse salutari per rassodare parti anatomiche in decadenza. Ci spostiamo da un luogo all’altra con qualsiasi mezzo e non dimentichiamo mai di ascoltare il nostro cd preferito. Nella pausa pranzo dal lavoro vogliamo rilassarci e ci affidiamo alle cuffie e all’Mp3. Siamo nervosi per qualcosa, molto spesso ci chiudiamo in camera o in un altro luogo e ascoltiamo musica sempre in cuffia proprio per non disturbare chi ci sta attorno. Ci isoliamo, siamo solo noi,i nostri pensieri, le nostre sensazioni e la nostra compilation preferita. Tutto sembra andare bene. Ed invece… .
Uno studio condotto da Hannah Kempler, dell’Università di Gand, in Belgio, ci annuncia che la nostra abitudine è seriamente dannosa. Il volume troppo alto del nostro del Mp3, già ben solo dopo un’ora può provocarci danni all’udito. Insomma alzare il volume delle cuffie del proprio Mp3 è veramente dannoso. Non importa il fatto che la musica che vogliamo sentire sia disturbata dalla voce dei vicini che chiacchierano, dai rumori del traffico cittadino, o da qualsiasi altra cosa, la questione più importante è sempre la nostra salute e in questo caso bisogna salvaguardare la salute del proprio udito. Lo studio della dottoressa Kempler è stato compiuto  sui padiglioni auricolari di molti giovani in età compresa fra i 19 e i 28 anni. In particolare si sono andati a sondare gli effetti dei decibel della musica rock.  Dai dati della ricerca è emerso molto presto un dato allarmante. Fra una sessione di ascolto e l’altra, l’udito era già troppo bombardato. I volontari dovevano infatti sottoporsi a  un test dell’udito subito dopo la sessione di ascolto. Il risultato era che dopo ogni ascolto i ragazzi mostravano una parziale perdita dell’udito dovuta, a quanto pare, al danneggiamento di alcune cellule che si trovano nella parte della superficie dell’apparato del Golgi dell’orecchio interno. Secondo i ricercatori il problema riscontrato dalla ricerca non è un problema permanente. Sfortunatamente però non è da escludere che una eccessiva esposizione a tali suoni non possa portare alla lunga perfino alla sordità.
Ciò che è chiaro a tutti è che servono tuttavia ulteriori studi più approfonditi per poter approfondire e capire eventuali effetti a lungo termine. Per ora il consiglio è quello di abbassare il volume delle cuffie dei vari Mp3 e di ascoltare la musica non solo con questa modalità ma anche grazie a delle casse che si possono mettere nei vari ambienti della casa e che diffondano il suono in un ambiente più ampio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati