Cyber, scienza e gossip / Scienza

Commenta Stampa

WIMAX: PRIMA SCADENZA, ORA L'ASSEGNAZIONE


WIMAX: PRIMA SCADENZA, ORA L'ASSEGNAZIONE
21/01/2008, 15:01

Scade oggi il termine ufficiale per la presentazione delle offerte per l'asta di assegnazione dei diritti d'uso delle frequenze Wimax.
Da 48, le aziende ammesse in gara dal Ministero delle Comunicazioni sono passate a 47, in seguito al ritiro di Eutelia. Tra queste compaiono anche i giganti della comunicazione, ma in gran parte le società partecipanti giungono da esperienze di produzione e gestione di contenuti audiovisivi.
Nei prossimi giorni avverrà l'apertura delle buste con le offerte alla presenza di un rappresentante legale con delega piena per ciascuna parte, per giungere all'assegnazione immediata delle frequenze o a una fase di rinegoziazione tesa all'aumento dei parametri competitivi. 
Saranno trentuno le licenze assegnate, ciascuna della durata di quindici anni: le prime quattordici licenze saranno relative a sette macroregioni individuate: Lombardia-Bolzano-Trento, Valle d'Aosta-Piemonte-Liguria-Toscana, Friuli Venezia Giulia-Veneto-Emilia Romagna-Marche, Umbria-Lazio-Abruzzo-Molise, Campania-Puglia-Basilicata-Calabria, Sicilia, Sardegna. Due per ogni macroregione, le licenze di questo tipo non protranno essere assegnate allo stesso soggetto.
Le altre 21 licenze sono su base regionale, tranne per il Trentino Alto Adige che ne ha due. Tutte sono rinnovabili, e non potranno essere cedute a terzi senza autorizzazione del Ministero. La base d'asta complessiva per le 35 licenze ammonta a 45 milioni di euro.

Commenta Stampa
di Oliviero Genovese
Riproduzione riservata ©