Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Un Tribunale svizzero ha dato l'OK

3 milioni di euro di cauzione per Polanski


3 milioni di euro di cauzione per Polanski
26/11/2009, 09:11

ZURIGO - Un tribunale svizzero ha accolto la richiesta dei legali di Roman Polanski di convertire in arresti domiciliari la detenzione in carcere del regista polacco, che è in attesa che si decida della richiesta di estradizione che lo riguarda. Infatti gli USA hanno chiesto alla Svizzera che Polanski venga processato per una accusa - smentita dalla stessa presunta vittima - di violenza sessuale su una ragazza, fatto avvenuto nel 1977; la ragazza allora aveva 13 anni.
Ma per uscire dal carcere, Polanski dovrà "garantire" di non scappare: dovrà consegnare i propri documenti di identità e pagare una cauzione di 4,5 milioni di franchi svizzeri, pari a circa 3 milioni di euro. Si tratta di una cauzione record, nella storia dei tribunali elvetici. Ma senz'altro il regista preferirà pagare, piuttosto che restare dietro le sbarre

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©