Dal mondo / America

Commenta Stampa

La Bonino a New York contro le mutilazioni femminili

8 marzo, nel giorno delle donne New York si tinge di rosa


8 marzo, nel giorno delle donne New York si tinge di rosa
22/02/2012, 20:02

NEW YORK - Nel giorno delle donne la Grande Mela si tinge di rosa. Per il terzo anno consecutivo arrivano a New York le “Donne che muovono il mondo”. La manifestazione “Women in the World”, organizzata da Daily Beast e NewsWeek, che riunisce le figure femminili leader per il loro impegno nell'ambito della politica, dell'economia, del giornalismo e del cinema e che si propongono di mettere in luce i gravi problemi che affliggono le donne di oggi. Alla tre giorni di riunioni e dibattiti, ospitati al Lincoln Center, quest’anno sarà presente un parterre d'eccezione. Che comprende, tra le altre, il direttore del Fondo Monetario Internazionale, Christine Lagarde; la leader dell'opposizione israeliana, Tzipi Livni; il presidente del Kosovo, Atifete Jahjaga; il premio Nobel, Leymah Gbowee; il direttore esecutivo del New York Times, Jill Abramson; la speaker democratica,  Nancy Pelosi; Sheryl Sandberg di Facebook e le attrici Meryl Streep e Angelina Jolie. L'appuntamento si inserisce nell’ambito del convegno sulla condizione della donna organizzato dalle Nazioni Unite. Intanto lunedì, al Palazzo di Vetro, ci sarà un primo simposio dedicato alla lotta contro le mutilazioni genitali femminili, sulla quale l'Italia è all'avanguardia, e a rappresentare il nostro paese arriverà a New York la parlamentare Emma Bonino.

Commenta Stampa
di Veronica Riefolo
Riproduzione riservata ©