Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Erano 16mila gli agenti schierati in città da Cameron

A Londra nottata tranquilla, la protesta però si sposta


A Londra nottata tranquilla, la protesta però si sposta
10/08/2011, 09:08

Nottata tranquilla a Londra dove la presenza di ben 16mila poliziotti mobilitati dal premier David Cameron, che ha lasciato la Toscana dove trascorreva dei giorni di vacanza con la famiglia, per seguire in prima persona gli sviluppi di questa vicenda davvero imbarazzante per una città come Londra, anche se il sindaco Boris Johnson non  ha ritenuto importante sospendere la vacanza che sta facendo nella Colombia Britannica canadese. Tra le misure di sicurezza prese anche il coprifuoco con  pub che hanno chiuso in anticipo e una metropoli meno trafficata del solito. Le violenze in città erano scaturite dopo l'uccisione da parte della polizia di un giovane nero che stando all’ultima perizia non avrebbe nemmeno sparato, negli scontri che si sono consumati in questi giorni c’è stata una vittima: si tratta di un 26enne che era rimasto ferito nel quartiere di Croydon. Purtroppo però la guerriglia continua, si è solo spostata in altre città come Manchester, Birmingham, West Bromwich, Wolverhampton, Nottingham e, secondo le ultime informazioni, anche Liverpool. Anche là si sono registrati infatti atti di vandalismo puro e saccheggi a negozi da parte di hooligan e teppisti, spesso molto giovani, che sono entrati in azione in un modo che, come ha dichiarato in conferenza stampa, il vice capo della polizia Garry Shewan, ha raggiunto dei  livelli di violenza "eccezionali" e "senza precedenti" negli ultimi 30 anni. "Vi sono stati saccheggi, incendi e atti di sciacallaggio assolutamente gratuiti". Almeno 47 persone sono state arrestate. Stesse immagini anche in altre città come a  Liverpool dove un gruppo di giovani ha attaccato un commissariato locale, lanciando mattoni e bombe incendiarie ed in altre località si sono verificati saccheggi ed atti di vandalismo con auto ed edifici dati alle fiamme per fortuna subito domate. Diversi sono stati anche gli arresti effettuati dalle polizie locali. Non mancano le polemiche per come Scotland Yard si sia fatta sorprendere dai fatti e non sia stata in grado di ristabilire l’ordine, inoltre per i danni fatti serviranno tempi e soldi,  giovedì mattina ci sarà il primo appuntamento politico con un primo dibattito urgente ai Comuni che si preannuncia bollente.

 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©