Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

La proposta dell'Egitto porterebbe in cassa 200 miliardi

AAA, Affittasi Sfinge e Piramidi originali, consumate dal tempo


AAA, Affittasi Sfinge e Piramidi originali, consumate dal tempo
01/03/2013, 17:13

IL CAIRO (EGITTO) - Il governo egiziano sta prendendo in esame l'idea di dare in concessione le propruie bellezze artistiche a chi intenda pagare per poi gestire i tour operator della zona. Parliamo di monumenti come la Sfinge, le piramidi, Luxor, ecc. E già ci sarebbe il compratore: il Qatar, che sarebbe disposto ad investire circa 200 miliardi di dollari nella faccenda. Una soluzione che eliminerebbe in un colpo solo tutto il debito pubblico dell'Egitto e permetterebbe quindi di stanziare risorse per una economia in crisi da tempo. 
A dare la notizia è stato il canale TV satellitare Al Arabiya, che ha aggiunto come ci sia stata la proposta del governo egiziano ed una offerta di massima del Qatar, ma senza dare troppi dettagli, nè dire se sia stata accettata. Il MInistro delle Finanze ha parlato addirittura della possibilità che una simile offerta venga messa all'asta a livello internazionae, per permettere a tutti i Paesi di fare una offerta. Ma le contrarietà ci sono anche all'internod el governmo egiziano, che è sempre stato molto geloso della propria storia e dei propri tesori archeologici. E non accetterà facilmente di darli in mano a degli stranieri.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©