Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Avrebbe volato per oltre 7 ore dopo la scomparsa dai radar

Aereo malese: si fa strada l'ipotesi del dirottamento


Aereo malese: si fa strada l'ipotesi del dirottamento
15/03/2014, 10:03

KUALA LUMPUR (MALAYSIA) - Ci sono novità, nella vicenda dell'aereo della Malaysia Airlines scomparso all'inizio della settimana con 239 persone a bordo. Infatti, secondo quello che è stato scoperto grazie ai segnali percepiti dai satelliti, è che l'aereo ha continuato a volare, sia pure su una rotta diversa, almeno per 7 ore e mezza. 

Per cui l'ipotesi che si fa adesso è che ci sia stato un dirottamento, senza escludere la complicità di qualcuno dell'equipaggio. In pratica, dal posto di guida potrebbe essere stato staccato il trasponder (un meccanismo che manda automaticamente un segnale e permette ai radar di terra di individuare l'aereo), poi l'aereo sarebbe stato portato ad una quota di 13 mila metri, al di sopra della normale quota di crociera, per poi scendere rapidamente di quota ed infilarsi in un corriodio aereo non coperto dai radar civili. E ce ne sono due: uno che va verso il nord e il Kazakhistan; l'altro che va verso sud e passa sull'Indonesia e sull'India. 

Per questo le ricerche dell'aereo sono state sospese, mentre si intensificano le indagini sui passeggeri per vedere se qualcuno aveva le competenze e le capacità per far volare l'aereo, magari anche senza la collaborazione dei piloti.  

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©