Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Paracadutisti nel mirino: "condizioni non gravi"

Afghanistan, ancora esplosioni: feriti 4 italiani


Afghanistan, ancora esplosioni: feriti 4 italiani
07/08/2011, 14:08

KABUL - Proseguono gli attacchi alle truppe italiane impiegate nelle missioni all'estero, ed ancora una volta a finire nel mirino dei kamikaze e' il contingente presente in Afghanistan.
Quattro paracadutisti italiani e un interprete afgano sono rimasti feriti nei pressi di Bala Baluk: i cinque, stando alle prime ricostruzioni, sarebbero stati investiti da una esplosione. Lo apprende l'Ansa da fonti della Difesa, secondo cui le loro condizioni non sarebbero gravi. I cinque sono attualmente ricoverati nell'ospedale militare da campo di Farah. Altri quattro soldati della Nato sono rimasti uccisi in due diversi attacchi, nel Sud e nell'Est del Paese, da parte degli insorti.
L'attacco contro gli italiani si è verificato "questa mattina, durante un'attività di pattugliamento congiunta con le forze di sicurezza afgane - spiegano al comando italiano di Herat - mirata al controllo del territorio e nel corso della quale era previsto anche un incontro con le autorità locali dei villaggi nella zona di Bala Balouk". Al comando del contingente sottolineano che "dopo aver ricevuto alcuni colpi di mortaio, che non hanno causato danni, i militari hanno manovrato dirigendosi verso l'origine del fuoco. Nei pressi di un villaggio a circa 15 chilometri da Bala Baluk, sono stati coinvolti nell'esplosione di un ordigno improvvisato al quale è seguito uno scontro a fuoco". Nessuno dei feriti, coinvolti nell'esplosione, assicurano ad Herat, "risulta al momento essere in pericolo di vita".

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©