Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Ancora una volta l'attacco scatenato contro un convoglio

Afghanistan: bomba contro gli italiani, due alpini feriti


Afghanistan: bomba contro gli italiani, due alpini feriti
05/11/2010, 14:11

HUAK (AFGHANISTAN) - Nuovo attentato contro i soldati italiani in Afghanistan. Un convoglio di 10 mezzi blindati Lince, partiti da Herat, mentre stavano transitando a Huak, 27 chilometri a sud di Shindand, è finito sopra una trappola esplosiva preparata dagli insorti. Nell'esplosione un mezzo Lince è stato danneggiato e due soldati italiani sono rimasti feriti, uno alla spalla e uno alla schiena. Entrambi appartengono al quinto reggimento alpini, di stanza a Vipiteno, in Trentino-Alto Adige, ma le ferite sono leggere per entrambi. I due feriti sono il rallista (cioè dell'uomo che sporge dalla torretta ed è addetto all'arma principale del blindato) del Lince che è stato investito dall'esplosione e il rallista del Lince precedente. Entrambi sono stati investiti dall'esplosione, ed è questo che ha provocato le ferite.
Igor Piani, portavoce dell'Esercito italiano ad Herat, intervistato da Sky TG 24, ha cercato di fugare le preoccupazioni: "L'atmosfera in alcune aree dell'Afghanistan rende impegnativo, difficile e delicato operare, ma questo genere di attacchi che stanno subendo i nostri uomini in alcune zone non hanno nulla a che vedere con la continua evoluzione dell'area. Ci sono zone infatti in cui, di giorno in giorno, migliorano le condizioni di vita dei cittadini''.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©