Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Afghanistan: bomba contro i soldati italiani, tutti illesi


Afghanistan: bomba contro i soldati italiani, tutti illesi
24/08/2009, 11:08

Continuano senza sosta gli attacchi dei talebani contro i soldati occidentali, compresi gli italiani. Questa mattina un ordigno è esploso nella zona di Farah al passaggio di un mezzo blindato Lince, dell'esercito italiano, con quattro soldati a bordo, in pattugliamento. L'esplosione, proveniente da un ordigno artigianale, non è stata troppo violenta e la blindatura del mezzo ha resistito all'impatto, e nessun soldato è rimasto ferito. Meno bene è andata ad un gruppo di soldati estioni, che sono stati attaccati da un gruppo di talebani armati di armi automatiche. I soldati stavano bonificando dalle mine una zona nel sud del Paese, quando sono stati fatti oggetto di numerose raffiche di fucili automatici. Il bilancio finale è stato di due soldati morti: uno durante la sparatoria, Eerik Salmus; l'altro, Raivis Kang è morto dopo il suo ricovero in ospedale.
La forza dei talebani è in aumento, parallelamente al sostegno della popolazione e al numero di attentati che compiono. E anche se si cerca di mascherare la realtà, attribuendo la recrudescenza in corso alle elezioni del 20 agosto, appare evidente che ormai anche in Afghanistan si lotta una battaglia id retroguardia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©