Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

E' il secondo attacco in tre giorni in quella zona

Afghanistan: bomba contro un blindato italiano, un soldato morto

Altri quattro militari sono rimasti feriti

Afghanistan: bomba contro un blindato italiano, un soldato morto
28/02/2011, 11:02

SHINDAND (AFGHANISTAN) - Ancora un soldato morto nella missione italiana in Afghanistan. Il fatto è successo a 25 Km. a nord di Shindand, una delle zone "calde" della guerra in quel Paese. Un blindato Lince stava tornando alla base (secondo la nota del Ministero della DIfesa, "da un'operazione di assistenza medica alla popolazione locale"; sempre pronti a far notare quanto i nostri soldati siano bravi e non usino mai le armi) quando è finito su uno dei tanti ordigni artigianali che gli insorti sono soliti usare. L'esplosione ha colpito in pieno il mezzo italiano, distruggendolo e uccidendo uno dei soldati. Altri quattro militari, che erano a bordo del mezzo, sono rimasti feriti. Per il momento non si hanno altri dettagli.
Gli ordigni artigianali sono l'arma preferita contro i militari: sono cariche esplosive poste ai lati della strada e collegate a piastre a pressione poste sotto la polvere della strada. Quando un mezzo militare sale su questa piastra, fa scattare l'ordigno, che colpisce il mezzo con la sua onda d'urto. La piastra è regolata in modo da non reagire al passaggio di una normale automobile, ma alle volte scatta quando passa un pullman, e in questi casi è strage.
Da notare che un altro attacco con modalità simile era avvenuto solo 48 ore fa, nella stessa zona, ed un soldato italiano era rimasto ferito.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©