Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

La testa è stata completamente separata dal corpo

Afghanistan: decapitata a 16 anni perché sfugge a rapimento


Afghanistan: decapitata a 16 anni perché sfugge a rapimento
30/06/2012, 11:06

KABUL - Un’ennesima notizia choc arriva dall’Afghanistan, dove una ragazza sedicenne è stata decapitata in un fallito e non chiaro tentativo di sequestro: l’episodio risale a mercoledì scorso, si è verificato in un villaggio della provincia orientale di Kunar , ma solo oggi se ne viene a conoscenza attraverso la stampa. Il capo del distretto di Sawki, Abdul Marjan, ha riferito che la vittima si chiama Shabana, ed era una studentessa di liceo: era sola nel momento in cui alcuni uomini armati sono entrati in casa e, a quanto pare, non riuscendo a portarla via l’hanno decapitata prima di fuggire. Per questo omicidio, la polizia ha arrestato tre persone sospette: queste sono state fermate su indicazione del padre della giovane, Malak Qudratullah. Lo stesso padre ha rivelato che sua figlia aveva parlato con uno dei killer prima della tragedia, che resta ancora avvolta nel mistero. Il direttore del Dipartimento provinciale della Sanità, Farooq Sahaq, ha confermato che la testa della ragazza è stata completamente separata dal resto del corpo e poi riattaccata prima della restituzione ai familiari.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©