Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Una bomba era sulla strada per Marjah e un'altra a Kandahar

Afghanistan: due esplosioni provocano almeno 9 morti

Da poco è arrivato il segretario Usa della Difesa Panetta

Afghanistan: due esplosioni provocano almeno 9 morti
14/03/2012, 14:03

KABUL (AFGHANISTAN) - Stamattina, nella provincia di Helmand, in Afghanistan è esplosa una bomba e ha provocato almeno 8 morti. Era nascosta sul ciglio della strada, una mina ad alto potenziale, la cui esplosione ha ucciso i civili. L'ordigno non era visibile e ha colpito un minibus che transitava in quel momento lì, nel distretto di Marjah. La notizia è stata riferita dal portavoce delle autorità provinciali Daud Ahmadi e poi ripresa dai media locali. Sempre stamattina, nella città di Kandahar una moto-bomba è esplosa uccidendo almeno una persona e provocando 2 feriti, tutti membri dei servizi di intelligence.
Tutto è avvenuto mentre nel Paese stava arrivando il segretario americano della Difesa Leon Panetta. L'elicottero che lo ha condotto nel cuore dell'Afghanistan è atterrato a una quindicina di minuti di volo dall'esplosione della moto-bomba. Panetta è atterrato nella base militare di Camp Bastion. Il suo arrivo è significativo perché tre giorni fa un militare americano ha ucciso 16 civili afgani proprio nella vicina provincia di Kandahar. Ieri, infatti, c'è stata una massiccia manifestazione di protesta anti-americana contro il massacro di civili avvenuto a Jalalabad. Oltre 2000 persone hanno chiesto a gran voce al presidente Karzai di non accettare il piano che consentirebbe alle forze speciali statunitensi di restare nel Paese fino al 2014. Panetta, oggi, incontrerà le truppe americane, i principali leader afgani e i dirigenti della provincia di Helmand.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©