Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Il bilancio è di 15 morti, probabilmente un attentato

Afghanistan: esplode camion cisterna NATO

''ha preso fuoco dopo l'esplosione provocata da una bomba''

Afghanistan: esplode camion cisterna NATO
21/05/2011, 11:05

TORKHAM (PAKISTAN) - A quasi un mese dal blitz che ha portato all'uccisione di Bin Laden, l'escalation di violenza e odio nei confronti delle forze occidentali sembra non avere fine.
Altre 15 persone sono state uccise questa mattina nella regione di Khyber, nei pressi del confine tra Afghanistan e Pakistan, in seguito all'esplosione di una bomba nascosta in un camion cisterna della Nato, diretto verso l'Afghanistan.
Le vittime sono giovani pakistani che si erano avvicinati alla cisterna per raccogliere la benzina che ne stava fuoriuscendo, come ha spiegato un responsabile dell'amministrazione locale della città di Landi Kotal, Shafeerullah Wazir: "Il camion cisterna ha preso fuoco dopo l'esplosione provocata da una piccola bomba. Gli abitanti del villaggio si sono precipitati sul luogo per raccogliere l'olio che fuoriusciva dal camion danneggiato dopo che l'incendio era stato domato – quando - improvvisamente le fiamme hanno ripreso vigore e almeno 15 persone, di cui 5 giovani ragazzi, sono rimasti fatalmente ustionati".
Gli attacchi ai camion di carburante in questa regione sono molto frequenti, dato che rappresenta un nodo importante per lo spostamento di materiali militari per le forze NATO e le forze americane in Afghanistan.
I talebani vogliono sfiancare le truppe occidentali attraverso l'interruzione dei rifornimenti, come rivendicato nella giornata di Venerdì, dopo la distruzione di 16 camion cisterna, da un affiliato di Al-Qaeda, Abdullah Azzam Brigades :"È la nostra jihad contro gli americani. Vogliamo interrompere le forniture per la NATO dal nostro territorio ".



 

Commenta Stampa
di Zaccaria Pappalardo
Riproduzione riservata ©