Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Le autorità dichiarano di non sapere che mina era

Afghanistan: esplode mina anti-uomo, muoiono 10 bambine


Afghanistan: esplode mina anti-uomo, muoiono 10 bambine
17/12/2012, 08:58

DAWLATZAI (AFGHANISTAN) - Una mina anti-uomo sepolta è esplosa questa mattina in Afghanistan, poco lontano dal villaggio di Dawlatzai. E' stata accidentalmente innescata da alcune ragazzine, di età compresa tra i 9 e i 13 anni, che erano andate in quella zona a raccogliere legna. Ben 10 di loro sono rimaste uccise ed altre tre sono rimaste gravemente ferite. 
Le autorità afgane hanno diffuso la notizia, specificando che non sono in grado di dire che tipo di mina fosse e quindi quando e chi l'abbia sepolta. Infatti in AFghanistan sono state piazzate mine di tutti i tipi: mine russe (messe dai soldati russi negli anni '80 per colpire i mujaheddin), mine statunitensi, inglesi e persino italiane (messe dai mujaheddin contro i russi e fornite dagli Usa), ma anche mine costruite artigianalmente, riciclando proiettili di artiglieria o di mortaio. E dopo una trentina di anni di guerra quasi ininterrotti (prima tra russi ed afghani, poi tra le varie tribù afgane e, dopo il 2011, tra gli eserciti occidentali e gli afgani) il terreno è saturo di mine, molte delle quali sepolte in zone dove nessuno ricorda più che ci sono. Ma l'esplosivo, col passare del tempo, diventa sempre più instabile. E può esplodere anche senza attivare la mina. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©