Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Un'ordigno posto lungo la strada dilania le vittime.

Afghanistan, esplosione uccide 5 militari americani

Intanto arriva il neoministro Mauro: "La libertà costa"

Afghanistan, esplosione uccide 5 militari americani
04/05/2013, 15:33

KABUL - Cinque soldati americani hanno perso la vita a seguito dell'esplosione di un ordigno nel sud dell'Afghanistan, nella roccaforte dei talebani. La notizia è confermata da un portavoce dell'esercito Usa e da fonti Nato. Un nuovo episodio che viene inquadrato nella "consueta" offensiva di primavera dei talebani, che hanno preannunciato attacchi alle basi militari straniere e alle aree diplomatiche. All'inizio della settimana, il 30 aprile, tre soldati britannici erano stati uccisi da una bomba posta lungo la strada nella provincia meridionale di Helmand. Il bilancio dei morti del contingente internazionale dall'inizio del 2013 sale così a 47, di cui 32 americani.  
In Afghanistan è giunto oggi il neo ministro della Difesa, Mario Mauro, in visita al contingente militare italiano schierato nella regione occidentale dell'Afghanistan. "La libertà ha un prezzo e il prezzo è anche la vostra presenza attiva qui. Per questo che io oggi sono qui, per dirvi grazie", le parole rivolte dal ministro Mauro ai soldati italiani nella base di Camp Arena.
Accompagnato dal capo di Stato maggiore della Difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, il ministro è stato accolto dal comandante del Regional Command West (RC-W), generale di brigata Ignazio Gamba, con il quale si è intrattenuto per ricevere un aggiornamento delle operazioni in corso e di futuro svolgimento. 

Commenta Stampa
di Felice Massimo de Falco
Riproduzione riservata ©