Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Afghanistan: Karzai è vicino al 50% dei voti, ma è una farsa


Afghanistan: Karzai è vicino al 50% dei voti, ma è una farsa
07/09/2009, 13:09

Continua in Afghanistan, con estenuante lentezza, lo spoglio delle schede che dovranno decidere il nome del nuovo presidente afgano. I dati ufficiali che sono stati resi noti vedono Karzai sempre più vicino al 50%, necessario per vincere senza andare al ballottaggio, ma ormai è una farsa.
Infatti, i dati parlano di un numero di votanti bassissimo: solo il 26% della popolazione si è recato alle urne. E già questa è una sconfitta, dato che un portavoce del governo americano aveva detto che ci sarebbe stato un seccesso solo se fosse andato a votare il 30% della popolazione. Poi si moltiplicano le denunce di brogli, avvenuti ai seggi, per consentire alle persone di votare più volte. Infine oggi il New York Times rivela che il 15% dei seggi sono rimasti chiusi, il giorno delle elezioni. Eppure migliaia di voti risultano da quelle zone a favore di Karzai. Per esempio a Kandahar sono andati a votare 25000 persone, ma risultano circa 350 mila voti a favore di Karzai, da queste zone. E' chiaro che è solo una presa per i fondelli degli afgani e del mondo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©