Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Ma gli americani negano ogni responsabilità

Afghanistan: Karzai denuncia Nato: "Hanno ucciso 52 civili"


Afghanistan: Karzai denuncia Nato: 'Hanno ucciso 52 civili'
27/07/2010, 10:07

KABUL (AFGHANISTAN) - E' netta la denuncia del presidente afgano Ahmid Karzai, sostenuta da fonti di intelligence: la Nato avrebbe centrato un edificio nella città di Rigi, nella provincia meridionale di Helmand, con un razzo, compiendo una strage tra civili. Si parla di almeno 52 morti, tra cui molte donne e bambini.
Ma la Nato nega qualsiasi responsabilità. L'ammiraglio Greg Smith, capo ufficio stampa dell'Isaf, ha detto che non ci sono prove di nessun genere che dimostrino che queste persone siano morte e che nella zona c'è stato un combattimento, ma a loro risulta solo la morte di 6 talebani, tra cui un comandante locale.
In realtà è ancora operativa una decisione del Consiglio dei capi di stato maggiore che vieta ai soldati di ammettere l'uccisione dei civili durante le operazioni. Fu una scelta presa nel 2002, quando si vide che il numero dei civili morti era tanto elevato, da creare problemi di immagine per l'esercito americano e quindi problemi di ordine pubblico.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©