Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

In cambio di posti di governo e la cacciata degli stranieri

Afghanistan: Karzai pronto ad accordarsi con i talebani


Afghanistan: Karzai pronto ad accordarsi con i talebani
06/10/2010, 14:10

KABUL (AFGHANISTAN) - Il presidente afgano Ahmid Karzai sarebbe pronto a trattare con i talebani, secondo il Washington Post. Non è una novità, dato che sono alcuni anni che Karzai cerca di mettere fine ad una guerra che - ormai è evidente a tutti - non può essere vinta. La differenza è che questa volta ha messo sul piatto le uniche due cose che veramente interessano ai suoi interlocutori: la possibilità di entrare al governo e la cacciata dal Paese dei soldati stranieri. una cosa del genere è possibile anche perchè gli Usa hanno in effetti deciso di andarsene, consci di star pagando un tributo in vite umane e soprattutto in dollari sproporzionato all'importanza del Paese stesso. Il loro via libera, sempre secondo indiscrezioni, sarebbe condizionato solo alla cessione di una zona al confine iraniano da usare come base militare - anche se con il divieto di entrare in Afghanistan - e una zona franca nel Waziristan, la zona al confine con il Pakistan, dove negli ultimi mesi si stanno intensificando gli attacchi. Si tratta di una zona montuosa ricca di minerali.
A dimostrazione che i talebani fanno sul serio, parteciperanno ai colloqui anche persone che fanno parte della Shura di Quetta, che è composta dagli uomini del mullah Omar, cioè coloro che comandavano nel Paese fino al 2001. Si tratta di persone molto influenti in Afghanistan e che potranno convincere molti altri. Restano esclusi gli appartenenti al clan degli Haqqani, che sono - guarda caso - proprio coloro che abitano nel Waziristan.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©