Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Talebani replicano:"Così servirebbero 5 milioni di soldati"

Afghanistan: l'esercito alleato rivendica il controllo del distretto di Nad Ali


Afghanistan: l'esercito alleato rivendica il controllo del distretto di Nad Ali
15/02/2010, 10:02

AFGHANISTAN - Continua l'offensiva "Mushtarak", lanciata dall'esercito americano - insieme ad alcune truppe afgane e di altre nazionalità - contro il distretto di Nad Ali, nella parte meridionale del Paese, considerata una roccaforte dei talebani. Un comunicato dell'esercito afgano rende noto che l'esercito ha il controllo del distretto e che le forze talebane sono state sconfitte, tanto che non c'è stata una vera resistenza militare.
A questo comunicato rispondono indirettamente i talebani, con un messaggio pubblico, nel quale invitano Barack Obama a "prendere esempio" da quello che Michail Gorbaciov fece 21 anni fa e quindi a ritirarsi dal Paese. E prendono in esame proprio l'offensiva in corso come esempio: se servono 15 mila soldati - tanti ne sono stati impegnati - per conquistare un solo distretto, per coprire tutti i 350 distretti che compongono l'Afghanistan servirebbero oltre 5 milioni di soldati.
In realtà, questa offensiva è inutile, da un punto di vista militare. Infatti i talebani sono normali cittadini afgani che odiano il fatto di essere stati invasi da soldati stranieri. Quindi, a fronte di un'offensiva militare, i talebani li lasciano passare senza fare nulla. Dopo che sono passati, si ricomincia con attentati, esplosivi e così via. Questa è la normale guerriglia, avviene così ovunque c'è lo scontro tra un forte esercito invasore e la popolazione di un Paese conquistato.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati