Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

AFGHANISTAN: PREMIER KARZAI SFUGGE AD UN ATTENTATO


AFGHANISTAN: PREMIER KARZAI SFUGGE AD UN ATTENTATO
28/04/2008, 07:04

In Afghanistan, ieri si celebrava il sedicesimo anniversario dalla cacciata dei russi da Kabul, con una parata militare. Poco dopo l'inizio, si sono sparate le 21 salve tradizionali per salutare il parterre delle personalità, che comprendeva, tra gli altri, il Premier afgano Karzai e gli ambasciatori delle principali nazioni del mondo, tra cui quello italiano, quello statunitense, quello inglese e così via. Ad un certo punto si sono sentite raffiche di un'arma da fuoco automatica (gli esperti hanno potuto riconoscere il rumore di un AK74, meglio noto come Kalashnikov) e un proiettile ha ferito un diplomatico situato a meno di 30 metri da Karzai. Inoltre sono stati sparati anche due razzi, che sono caduti distanti dalla tribuna delle autorità.

Immediatamente c'è stato un fuggi fuggi generale, con un corteo di fuoristrada blindati che hanno raccolto tutte le personalità e li hanno portati al sicuro. Nello scontro a fuoco che ne è seguito, tra i talebani - che hanno rivendicato l'attentato - e i servizi di protezione e sicurezza, sono state uccise sei persone, tra cui un ragazzo di 10 anni, e ne sono state ferite 11.

In serata, il premier afgano è apparso in TV affermando che l'attentato era fallito nell'obiettivo di sconvolgere la sicurezza e l'ordine dell'Afghanistan. Chissà se lo pensava anche mentre scappava a rotta di collo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©