Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Due candidati sono stati rapiti

Afghanistan: prosegue campagna elettorale tra forti tensioni


Afghanistan: prosegue campagna elettorale tra forti tensioni
18/09/2010, 15:09

Sono state rapiti 2 condidati e 18 altre persone alla vigilia delle elezioni legislative in Afghanistan. I talebani, che hanno rivolto un appello al boicottaggio del voto, hanno sequestrato il candidato Safiullah Mujaddidi e, in seguito, il secondo candidato Maulvi Hayatullah Furqani.

A confermare il rapimento del secondo candidato è stato il portavoce dei guerriglieri, Zabihullah Mujahid, che ha affermato che la sorte dell’uomo è nelle manidei leader.

Sono stati rapiti anche dieci sostenitori di un candidato, Ziauddin, e otto dipendenti della Commissione elettorale indipendente. Secondo Mohammad Shah Hanzala, governatore del distretto di Muqur, il rapimento di massa si è svolto nel distretto nord- occidentale di Bala Murghab, una zona di Badghis controllata dai talebani.

Dallo scorso 23 giugno, data in cui è cominciata la campagna elettorale, i talebani hanno dato il via ad una campagna intimidatoria. Sono stati assassinati almeno 3 candidati e decine di attacchi sono stati compiuti contro cittadini impegnati nella promozione del voto, inoltre le violenze quotidiane non hanno cessato di moltiplicarsi negli ultimi tre anni.

Un elicottero Ch-47 dell'esercito italiano, scortato da due Mangusta, ha consegnato 40 scatoloni di schede elettorali a Por Chaman e nel Gulistan, nei distretti della provincia ad alta densità talebana di Farah. Dopo essere stata annullata più volte, la missione è stata finalmente compiuta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©