Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Nel Paese è protesta contro le forze internazionali

Afghanistan, soldati Nato uccidono due bambini per errore


Afghanistan, soldati Nato uccidono due bambini per errore
03/03/2013, 09:41

URUZGAN (AFGHANISTAN) - Un'altra tragica vicenda si è consumata in Afghanistan, dove alcuni soldati australiani della Nato, in risposta ad un attacco dei talebani, hanno aperto per errore il fuoco su due bambini di sette ed otto anni che erano a guardia del bestiame, uccidendoli.

Il fatto, accaduto giovedì scorso in provincia di Uruzgan, nel sud del paese, era stato denunciato immediatamente dal governatore della provincia, Amir Mohammad Akhundzada, ma è stato confermato dall'Isaf soltanto nelle ultime ore. Il generale David Hurley si è detto profondamente dispiaciuto per questa vicenda che vede la Nato, seppur non intenzionalmente, responsabile della morte di due bambini afghani durante un'operazione di routine, spiegando, tuttavia, che al momento non è ancora possibile sapere in maniera esatta come sia avvenuto l'incidente e chi sia realmente colpevole.

Da giorni a Kabul si stanno svolgendo manifestazioni di protesta contro la presenza delle forze della Nato nel Paese. La notizia dell'incidente non fa che incrinare ulteriormente i rapporti tra le forze internazionali e le autorità afghane, già messi a dura prova dal raid aereo del 13 febbraio scorso, quando 10 persone, di cui cinque bambini e quattro donne, sono morte nella provincia di Kunar durante un attacco della Nato richiesto dalle forze afghane. Il presidente Ahmid Karzai, pertanto, aveva ordinato alle sue forze di non richiedere mai più l'intervento aereo delle forze della Nato.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©