Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Gino Strada: "Azione premeditata contro di noi"

Afghanistan, stanno bene gli italiani rapiti


Afghanistan, stanno bene gli italiani rapiti
11/04/2010, 18:04

MILANO – Stanno bene, godono di “buone condizioni di salute” E’ quanto affermato dalll’ambasciatore italiano a Kabul Claudio Glaentzer, che ha incontrato i tre italiani di Emergency arrestati. L’ambasciatore ha ricevuto rassicurazioni sul fatto che le indagini andranno avanti nel minore tempo possibile, per accertare se è vera l’ipotesi di complotto ai danni del Governatore di Helmand che ha portato al fermo dei tre.
Intanto, Gino Strada, fondatore della associazione non governativa, parla di azione “premeditata” per togliere di mezzo testimoni scomodi, prima di dare vita ad una vasta offensiva militare.  
“È scattata una guerra contro di noi”, ha detto alla conferenza stampa convocata da Emergency questa mattina a Milano. “La cosa - ha spiegato - non mi sorprende perché la logica della guerra e diversa dalla nostra. Nella guerra un ospedale e qualche cosa di strano e di anomalo perché cura e cerca di salvare le vite invece di distruggerle”. “Quando si fanno vedere le facce di chi viene bombardato - ha aggiunto - e spesso si tratta di bambini, è difficile poi sostenere che i bombardamenti coinvolgono solo pericolosissimi terroristi”.
Strada ha poi chiesto il sostegno degli italiani oltre che delle nostre istituzioni. “L’Italia - ha sottolineato - spende due milioni di euro al giorno per la missione di pace e per proteggere il governo afgano che arresta o rapisce personale italiano. Fossi un politico ci farei sopra una bella riflessione”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©